“Troppi ambulanti sulle spiagge del Gargano”. E i commercianti insorgono: “Risse e violenze tra gruppi rivali”

Il Consorzio “Gargano Mare”, a seguito delle innumerevoli segnalazioni di imprenditori turistici, di commercianti e delle numerosissime lamentele degli ospiti delle diverse strutture ricettive viestane, evidenzia l’inaccettabile occupazione da parte dei venditori abusivi di intere aree di pubblica spiaggia adibite a veri e propri mercati illegali di merce contraffatta.

“Con il susseguirsi di anni di sottovalutazione del problema, i venditori abusi da ambulanti sono divenuti stanziali sulle nostre spiagge, arrivando ad occupare ampie porzioni di demanio inibendo, in alcuni casi, addirittura l’accesso dei villeggianti al mare.
Tale perniciosa situazione è ampiamente diffusa su tutte le spiagge del litorale viestano ed in particolar modo sui due lungomari Mattei ed Europa e sulla spiaggia di Scialmarino, letteralmente invase dai venditori abusivi”.
Dal Consorzio segnala anche “episodi di violenza tra i vari gruppi di nazionalità diversa che si contendono porzioni di spiaggia sfociati  in risse. Vere e proprie intimidazioni a danno di addetti all’assistenza bagnanti, spiagge trasformate in dormitori e toilette a cielo aperto.  
Ci pare doveroso evidenziare come la spiaggia rappresenti il bene essenziale sul quale si fonda l’intero sistema turistico viestano, tutelare la spiaggia significa tutelare la nostra economia.
Alla luce di quanto esposto – concludono -, chiediamo alla Capitaneria di Porto di Vieste e a tutti gli organi competenti un reale monitoraggio delle nostre spiagge durevole nel tempo che, più di singoli interventi sporadici, possa tutelare il ”bene primario” dell’intera nostra economia”.