Cento anni dalla Grande Guerra, Manfredonia ricorda i caduti. Mostre e cerimonie in mare

1915-2015. Sono passati cento anni dalla Grande Guerra e a Manfredonia si preparano le iniziative in ricordo di quel tragico avvenimento. Si parte sabato 23 maggio con l’inaugurazione di una mostra a palazzo Celestini alle 17. A seguire, visione di un filmato sulla Prima Guerra Mondiale. Previsto l’intervento di Massimiliano Monaco, presidente del Comitato Provinciale Foggia – Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano. Il comandante della Capitaneria di Porto, Marcello Notaro, ricorderà gli eventi bellici nel Golfo di Manfredonia del 24 maggio 1915 e il sacrificio dell’equipaggio del “Cacciatorpediniere Turbine”.

Il programma è arricchito dalla presenta di Lorenzo Pellegrino, presidente della Società di Storia Patria per la Puglia – sezione di Manfredonia, e da Pasquale Caratù, presidente del Nuovo Centro di Documentazione Storica di Manfredonia. Sarà lui a leggere le lettere di soldati garganici della Prima Guerra Mondiale. In chiusura, gli alunni del Liceo Classico “Aldo Moro” parleranno del ruolo delle donne nella Grande Guerra e dell’ideologia della guerra stessa. Sarà presente al convegno il prefetto di Foggia, Maria Tirone.

Appuntamenti all’aperto domenica 24 maggio. Alle 10 il raduno presso il Monumento ai “Caduti del Mare” (porto turistico), a seguire cerimonia di commemorazione. Alle 10 e 30, una motovedetta della Guardia Costiera di Manfredonia deporrà una corona al largo del Golfo in ricordo del sacrificio dell’equipaggio del “Turbine”. Alle 11, corteo da piazza Marconi, lungo corso Manfredi, verso il monumento ai “Caduti di tutte le guerre” in villa comunale. Lunedì 25 e martedì 26 maggio, nell’auditorium di palazzo Celestini, esposizione di cimeli e raffigurazioni grafiche delle scolaresche di Manfredonia. Dalle 9 alle 13 e dalle 18 alle 21.

A patrocinare le iniziative, le locali associazioni d’arma: Marinai d’Italia, Arma Aeronautica, Carabinieri e Finanzieri. Inoltre, l’Istituto del Nastro Azzurro di Foggia, l’Associazione Mutilati Invalidi di Guerra di Manfredonia, la Lega Navale di Manfredonia, il Nuovo Centro di Documentazione Storica, la Società di Storia Patria per la Puglia, l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, la Croce Rossa, l’Associazione Modellistika, il Centro Cultura del Mare e il Comune di Manfredonia. 

Fondamentale la collaborazione degli istituti scolastici “Galilei”, “Moro”, “Rotundi-Fermi”, “Perotto-Orsini”, “Ungaretti-Madre Teresa di Calcutta” e della Capitaneria di Porto.