Ipab Maria Cristina di Savoia, cambio al vertice. Zichella prende il posto di Santarella

Cambio al vertice per l’Azienda Pubblica dei Servizi alla Persona (ex IPAB) “Maria Cristina di Savoia”. ?In questi giorni il commissario straordinario dell’ente Savino Santarella, in carica dal 2002, ha passato il testimone a Giuseppe Zichella, contestualmente all’insediamento del nuovo consiglio di amministrazione. ?“Lascio in eredità al nuovo cda una dotazione di cassa di circa 350mila euro – ha dichiarato Santarella – dopo aver centrato l’obbiettivo di ripianamento finanziario prefissato all’atto del mio insediamento. Il compito di risanamento del bilancio dell’ente è stato assolto in pieno, grazie ad una gestione attenta e priva di inutili sperperi, promuovendo ed attuando la conversione del vecchio IPAB in una moderna Azienda di Servizi alla Persona con l’adozione di un nuovo statuto. ?Nel corso di questi anni, inoltre, non è stata affidata alcuna consulenza esterna se non quella di matrice legale che ha permesso all’ente di incamerare un credito di circa 400mila euro: un’amministrazione trasparente, condotta nell’esclusivo interesse della comunità, che ha permesso al Maria Cristina di Savoia di recuperare l’intero patrimonio immobiliare, grazie al finanziamento di 4 milioni di euro ottenuto per la realizzazione della Casa dello Studente intitolata a Francesco Marcone, edificata sul suolo di proprietà dell’ente ed inaugurata alla presenza di Don Ciotti (Associazione Libera): una struttura dotata di 60 posti letto disposti in altrettante camere singole (di cui 4 per diversamente abili) riservata agli studenti fuorisede in possesso di determinati requisiti di bisogno. ?Ai componenti del nuovo cda – conclude Santarella – rivolgo i più sentiti auguri di buon lavoro, nel solco di una proficua continuità con la gestione appena conclusasi, concordemente alle finalità sociali previste dallo statuto dell’ente”.