Foggiano sequestra commerciante di vini e lo minaccia: “Dammi 5mila euro”. Arrestato sulla Statale 16

Sequestra un commerciante di vini pretendendo denaro. Per questo i carabinieri di Foggia hanno arrestato il 30enne Gioacchino Frascolla. Fatale l’incontro a dicembre 2014 con la vittima, un imprenditore, suo coetaneo, di San Salvo in provincia di Chieti conosciuto grazie ad un amico comune. Frascolla, conoscendo le difficoltà economiche della vittima, si propose di aiutarlo piazzando liquori e vini sulla piazza foggiana. In seguito gli prestò anche un furgone Mercedes Vito, “così puoi fare consegne anche all’estero”, disse l’arrestato. Ma la situazione degenerò ben presto. Con minacce, tentata estorsione e persino sequestro di persona. Eh già, perché Frascolla cominciò ad avanzare pretese per il presunto mancato ricavo della vendita di merce che la vittima gli aveva affidato. Prima gli sms intimidatori nei quali gli intimava di chiudere tutta la situazione debitoria, poi il blitz a San Salvo dove l’arrestato e due complici si presentarono a casa del commerciante di vini minacciandolo con un coltello. In seguito salirono a bordo del furgone: “Ora vieni a Foggia con me e ci rimani finché non mi dai 5mila euro”. Frascolla salì a bordo con la vittima, seguiti a distanza da una Fiat Punto con dentro i suoi complici.

Durante il viaggio da San Salvo a Foggia, l’imprenditore approfittò di una distrazione di Frascolla per inviare un sms ad un carabiniere in servizio nella cittadina abruzzese: “Sono in grave pericolo“. Poi riuscì a dare indicazioni sul tragitto e sul mezzo dentro il quale viaggiava. A quel punto sono stati allertati i militari del Comando foggiano, intervenuti sulla Strada Statale 16, all’altezza del “Green Park” dove il furgone è stato bloccato e Frascolla ammanettato e portato in carcere. Scomparsi nel nulla i due complici. Dalle indagini è emerso che l’arrestato non aveva alcuna esperienza nel mondo del commercio. Vive nei container di via San Severo a Foggia ed è nullafacente.