Rapina prostituta e la costringe a lavorare per lui. Arrestato un uomo di Sannicandro Garganico

I carabinieri di Sannicandro Garganico hanno arrestato per rapina, estorsione e induzione alla prostituzione il sannicandrese Luciano Biscotti, classe ’72. L’uomo, dopo aver avvicinato una prostituta, l’ha convinta a salire a bordo della sua macchina. Appena entrata, Biscotti l’ha aggredita afferrandola per i capelli e strappandole la borsetta con il portafogli e il cellulare. 

Poi ha condotto la vittima in un’altra località ordinandole di prostituirsi e con un ricatto: “Ti restituisco la borsa solo se guadagni del denaro”. A quel punto, la donna ha acconsentito alle richieste pur di essere lasciata libera.

A quel punto Biscotti si è allontanato con la promessa che sarebbe tornato dopo un’ora. Ormai rimasta sola, nell’impossibilità di mettersi in contatto diretto con le forze dell’ordine, la donna è riuscita a fermare un automobilista e a farsi accompagnare al Comando dei carabinieri di Sannicandro dove ha denunciato quanto appena accaduto e fornendo una precisa descrizione dell’uomo e della macchina su cui viaggiava. 

In seguito, durante un servizio di appostamento, i militari hanno individuato il veicolo descritto nella zona dove la vittima era stata condotta per prostituirsi. Biscotti è stato subito fermato e perquisito. Con lui aveva la borsa e tutti gli altri oggetti rapinati poco prima. Veniva, pertanto, dichiarato in stato di arresto ed associato al Carcere di Foggia.