Sequestrate 2200 uova di Pasqua. All’interno giocattoli non adatti ai bambini e privi di avvertenze

La cioccolata era buona, ma all’interno le uova di Pasqua contenevano sorprese non adatte ai bambini di età inferiore ai tre anni. Inoltre non riportavano le dovute avvertenze sulla pericolosità dei gadget, specie per i più piccoli.
A scoprirlo, nell’operazione “Happy Easter”, sono stati i finanzieri di Putignano durante un controllo eseguito a Casamassima (Bari), all’esito del quale sono state sequestrate 2.200 uova pasquali contenenti giocattoli privi di avvertenze e indicazioni di sicurezza.
A seguito dell’intervento delle Fiamme Gialle, la catena dei supermercati interessata (le forze dell’ordine non hanno fornito il nome, ndr), con grande sensibilità, ha provveduto immediatamente a ritirare dal mercato oltre 100.000 uova pasquali, impedendone la vendita su tutto il territorio nazionale.
L’intervento è stato eseguito nell’ambito di un piano programmato di ispezioni degli esercizi commerciali finalizzato alla verifica del rispetto delle disposizioni in materia di sicurezza e di consumo, a tutela degli acquirenti, del mercato e delle sue regole di leale concorrenza.
La violazione rilevata, che riguarda sia il distributore che il produttore delle uova di cioccolato, potrà essere definita attraverso il pagamento di una sanzione pecuniaria in favore della Camera di Commercio territorialmente competente. I prodotti sequestrati, una volta regolarizzati, potranno essere nuovamente posti in commercio.