Tutto pronto per la “GarganoExperience”: trekking, Fracchie e rito della Passione. Non manca proprio nulla

Da sinistra, De Meo, D’Errico, Palumbo e Santovito

Pronti per una “GarganoExperience”? L’associazione di Promozione Turistica e Culturale e gestore dell’Infopoint di Manfredonia, in collaborazione con le associazioni “Dauniatur” e “Mosaicomera”, propone una settimana ricca di eventi alla scoperta del folklore e della tradizione religiosa dal 29 marzo al 6 Aprile. Un modo per dare il via ad una sinergia che vede in campo numerosi attori del territorio. Obiettivo? Valorizzare luoghi ed eventi del promontorio. Negli anni ci hanno provato in tanti ma con risultati altalenanti.
Ci riprovano i ragazzi della “GarganoExperience” guidati dalla presidente Simona Santovito. Le Fracchie di San Marco in Lamis, un trekking tra gli ulivi secolari, la Passione vivente di Siponto ed I Santi Sepolcri di Manfredonia, sono gli eventi previsti per vivere l’importante rito della Pasqua a stretto contatto con il territorio e le sue tradizioni. 

Giovanni e Pasquale Ognissanti
Giovanni e Pasquale Ognissanti

Nell’Info Point Turistico di Manfredonia in piazzetta Mercato, si è tenuta la presentazione del cartellone. Occasione utile anche per esaltare gli aspetti religiosi, culturali e folkloristici della Settimana Santa sul Gargano, con Pasquale e Giovanni Ognissanti, esperti in materia, che hanno raccontato gli antichi riti della tradizione locale, compresa quella gastronomica.

Con il sostegno di Gal DaunOfantino ed Agenzia del Turismo (presenti i presidenti D’Errico e De Meo), la “GarganoExperience” progetta strategie di promozione. “Chi viene in questo ufficio – spiega la Santovito – può vivere tutte le esperienze che il territorio propone”. In buona sostanza si intendono sfruttare gli eventi per valorizzare il territorio. Per ora prevarrà il turismo religioso ma si darà spazio anche a cultura e sport.

garganoexperience (2)Chiunque sia interessato può rivolgersi all’Info Point per prenotare un posto per le visite guidate previste in calendario. A Pasquetta, ad esempio, si va a Pulsano. A Siponto, invece, ci sarà l’apertura straordinaria del Museo etnografico, mentre nella pineta andrà in scena il rito della Passione rivisitato da attori e comparse. Un appuntamento che calamita sempre più gente ogni anno che passa.

Derrico è sicuro: “Ora più che mai bisogna allargare il raggio di azione. Lo stesso Gal non può concentrarsi solo sull’agricoltura. Dobbiamo riportare al centro il turismo anche perché sono due settori in grado di conciliarsi alla perfezione”.

“Rendere eccezionale ciò che sembra normale – il commento di De Meo -. Questo è un progetto di rilancio turistico molto interessante. L’Info Point deve essere vetrina della nostra città. Ancora di più adesso che è succursale (manca solo l’ufficialità) del Touring club italiano. Manfredonia diventi nuova porta del Gargano. Sempre più al servizio del turista”.