Anestesia, complicanze ridotte del 3%. A San Giovanni Rotondo il report del settore

Dal 28 febbraio al 7 marzo la SIAARTI – Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva – promuove “Sicura”, la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza in anestesia e rianimazione. Lo scopo è sviluppare fiducia nei pazienti che devono sottoporsi ad interventi chirurgici e che si affidano in primo luogo agli anestesisti rianimatori, sempre in prima linea per prevenire le complicanze. Per incontrare i pazienti, martedì 3 marzo dalle 9 alle 11, i medici anestesisti rianimatori dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza allestiranno due desk informativi, uno nell’Ospedale, l’altro nel Poliambulatorio Giovanni Paolo II.
Qui distribuiranno materiale informativo, un questionario e spiegheranno ai cittadini cosa è importante comunicare durante una visita preoperatoria o quante ore prima dell’operazione si può mangiare o bere. Ma anche se un cardiopatico può essere addormentato o se occorre interrompere i farmaci prima di un’anestesia.
Ribadiranno che l’anestesista si trova sempre vicino al malato e che controlla in ogni momento il battito cardiaco, la pressione, la respirazione. Inoltre, con l’applicazione della checklist – un decalogo sulla sicurezza composto da 20 controlli da effettuale prima dell’anestesia, prima dell’incisione e prima che il paziente abbandoni la sala operatoria – gli anestesisti hanno contribuito in modo determinante a ridurre il numero delle complicanze che negli ultimi anni sono scese dall’11% all’8%.
Sono cinque le raccomandazioni principali che la SIAARTI suggerisce per la sicurezza del paziente in sala operatoria: checklist per prevenire eventi intra e postoperatori; protocolli per evitare infezioni; igiene delle mani accurata; chiara terminologia e profilassi delle trombosi venose. La campagna di comunicazione si svolgerà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e vede come testimonial il noto volto televisivo Livia Azzariti che svolge la professione di chirurgo anestesista.





Change privacy settings