Ospedali Riuniti, nuova procedura per la Risonanza Magnetica mammaria. Diagnosi più precise

E’ stata attivata recentemente nel Servizio di Diagnostica per Immagini dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “OO.RR.” di Foggia, diretto da Gianpaolo Grilli, con il referente radiologo Francesco Perfetto ed in stretta collaborazione con i medici chirurghi dell’azienda, una nuova procedura…

E’ stata attivata recentemente nel Servizio di Diagnostica per Immagini dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria “OO.RR.” di Foggia, diretto da Gianpaolo Grilli, con il referente radiologo Francesco Perfetto ed in stretta collaborazione con i medici chirurghi dell’azienda, una nuova procedura in Risonanza Magnetica (ago-biopsia RM guidata) che permette una più precisa diagnosi istologica su lesioni mammarie sospette.

La diagnosi e la terapia del cancro della mammella costituiscono una problematica sociale che investe in maniera sempre più crescente le strutture sanitarie del nostro Paese, meritando pertanto una particolare attenzione.

Nell’ambito della Diagnostica per Immagini degli “Ospedali Riuniti” è possibile espletare, oltre agli esami senologici tradizionali, anche la Risonanza Magnetica delle mammelle.

Si tratta di una metodica di secondo livello destinata a casi selezionati, ad esempio per lo studio della multifocalità e della multicentricità delle neoplasie mammarie già accertate, per la valutazione differenziale tra cicatrice chirurgica e recidiva di malattia ed ancora per lo studio degli impianti protesici.

E’ una metodica di relativa recente introduzione che può necessitare, in presenza di lesioni non apprezzabili con le altre modalità, di un approfondimento bioptico sotto guida RM.