Carnevale Manfredonia, gaffe dell’Agenzia del Turismo su “Je suis Charlie”. Interviene il sindaco Riccardi

Fa discutere l’iniziativa dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia. A seguito dei tragici fatti di cronaca che hanno colpito la Francia, l’Agenzia ha indetto, in memoria delle vittime, la prima edizione del concorso “Premio Internazionale Carnevale in Satira: Je Suis Charlie”.

Manfredonia si prepara al carnevale numero 62. Sabato 17 la cerimonia di apertura. “Sand’Andùne, màsquere e sùne!” darà il via ufficiale alla manifestazione. Nel corso della serata, della quale saranno protagonisti gli Istituti scolastici di ogni ordine e grado e le Associazioni dei Gruppi Mascherati e dei Carri Allegorici, saranno illustrate le novità, gli eventi e tutti gli appuntamenti spalmati tra le date del 15, 17, 21 e 28 febbraio.

Intanto fa discutere l’iniziativa dell’Agenzia del Turismo di Manfredonia. A seguito dei tragici fatti di cronaca che hanno colpito la Francia, l’Agenzia ha indetto, in memoria delle vittime, la prima edizione del concorso “Premio Internazionale Carnevale in Satira: Je Suis Charlie”.

L’oggetto del concorso è la realizzazione di una “Vignetta Satirica” dal carattere esclusivamente carnevalesco che esprima il colore e l’allegoria di questa festa. A chi vorrà partecipare è richiesto che le vignette realizzate, in formato A4, “devono essere di chiaro carattere satirico a tema Carnevalesco. Non saranno accettate vignette che offendano il decoro pubblico e la religione. La vignetta potrà essere firmata e/o siglata dal concorrente”.

carnevale_manfredoniaImmediata la puntualizzazione del sindaco Angelo Riccardi: “Ritengo opportuno e doveroso inviare al presidente Michele De Meo una lettera con la quale apprezza l’iniziativa ma, nello stesso tempo, sottolinea la contraddizione presente nella descrizione degli elaborati da presentare allorché si afferma “non saranno accettate vignette che offendano il decoro pubblico e la religione”, in quanto appare in evidente contraddizione con lo spirito e il significato del “Je suis Charlie”.

Riccardi ha invitato l’Agenzia ad eliminare l’incongruenza “per non generare motivi di polemica in un momento che vede tutto il mondo schierato a favore della libertà di espressione e, quindi, anche di satira”.

La partecipazione al concorso è gratuita ed aperta a tutti, senza limiti territoriali e d’età. La partecipazione può essere individuale o di gruppo; ad ogni effetto del presente concorso un gruppo di concorrenti avrà, collettivamente, gli stessi diritti di un singolo concorrente; ogni gruppo dovrà nominare un suo componente quale capogruppo e rappresentante presso l’Agenzia del Turismo. È fatto divieto, per un singolo soggetto, di partecipare più volte o sotto forme diverse, alla medesima gara.

La composizione delle tavole è libera, così come le tecniche di rappresentazione. I testi, a corredo della vignetta, devono essere scritti in lingua italiana. La Giuria è chiamata a valutare i progetti partecipanti secondo i seguenti criteri: aspetto estetico dell’opera; allegoria e satira; slogan annessi.

Gli elaborati in concorso, il Cd-rom e la busta con la domanda di partecipazione dovranno essere racchiusi in un unico plico, sigillato recante all’esterno sia il nominativo del mittente che il destinatario, ovvero: Agenzia del Turismo, piazza della Libertà, 1; 71043 MANFREDONIA (FG) con la dicitura: “Premio Carnevale in Satira: Je Suis Charlie”.

Il plico sigillato contenente gli elaborati di progetto e la busta con i dati dei concorrenti dovrà pervenire all’Agenzia del Turismo, entro le ore 12.00 del 13 febbraio 2015.

L’intero bando ed i moduli di partecipazione sono interamente consultabili e scaricabili sul sito web carnevalemanfredonia.com nella sezione “Regolamento e Concorso”.