Volontariato: innovazione e prospettive del sistema CSV, seminario nazionale a Foggia

Si stringe la collaborazione tra i due Centri di Servizio al Volontariato di Foggia che da quest’anno operano assieme nella stessa sede. Si punta forte sulla ricerca di un nuovo e ampliato ruolo dei CSV – e di nuove risorse – nell’ambito della Programmazione europea 2014/2020.

Pasquale Marchese

Si stringe la collaborazione tra i due Centri di Servizio al Volontariato di Foggia che da quest’anno operano assieme nella stessa sede. Si punta forte sulla ricerca di un nuovo e ampliato ruolo dei CSV – e di nuove risorse – nell’ambito della Programmazione europea 2014/2020.

Sono questi due dei punti che saranno affrontati sabato 4 ottobre nel corso del Seminario “Processi di innovazione e prospettive del sistema dei Centri Servizi al Volontariato. Il Caso Puglia”, in programma a partire dalle 10.30, presso la sede dei CSV di Foggia, in va Rovelli 48.

All’incontro, organizzato da CSVnet Puglia, interverranno, tra gli altri, Luigi Russo, Presidente del coordinamento regionale; Giustiniano De Francesco, Presidente del Co.Ge. Puglia (Comitato di Gestione) e Stefano Tabò, Presidente di CSVnet, il coordinamento nazionale dei Centri Servizio al Volontariato.

Seguiranno gli interventi di esperti, presidenti e rappresentanti dei sistema dei CSV della Puglia e delle regioni italiane, che si confronteranno sul caso Puglia e sulle dinamiche nazionali.

Aldo Bruno
Aldo Bruno

“Nel corso dell’incontro, pensato per operatori dei CSV ed esperti del settore – sottolineano Pasquale Marchese, Presidente del Ce.Se.Vo.Ca. e Aldo Bruno, Presidente del CSV Daunia, che apriranno il seminario – sarà tratteggiato un primo bilancio dei mutamenti innescati nel sistema dei CSV in Puglia negli ultimi due anni, sulla scia di quanto già realizzato dai diversi Coordinamenti regionali italiani. Il processo in corso, infatti, sta portando ad una robusta e progressiva integrazione tra i Centri, con l’impegno di conservare, comunque, le tipicità territoriali. Sarà anche l’occasione per discutere e confrontarsi sulle attività avviate a livello regionale, nell’ambito della programmazione annuale approvata dal Co.Ge.”.

Il seminario del 4 ottobre avrà anche un taglio extraregionale e non mancheranno riflessioni e analisi della situazione attuale e sugli scenari che vedranno protagonista, a diversi livelli, il sistema nazionale dei Centri, alla luce della Riforma del Terzo Settore.

“Il 10 luglio – spiegano Bruno e Marchese – il testo del Disegno di legge della Riforma è stato varato dal Consiglio dei Ministri, che lo ha presentato alla stampa il 6 agosto. Ora il Ddl è giunto anche alla Camera dei Deputati e sarà analizzato da una Commissione permanente e poi calendarizzato. Obiettivo del governo è di giungere alla legge tra la fine del 2014 e i primi mesi del 2015. La presenza del Presidente nazionale di CSVnet, Stefano Tabò, rappresenta per tutti noi un’occasione importante per definire alcuni punti e confrontarci su temi importanti, quali il riordino del Terzo Settore, la stabilizzazione del sistema dei CSV”.