Foggia, Vigili salvano romena dalla prostituzione. Colletta per farla tornare in Romania

Arrivata in Italia si è resa conto che il suo futuro sarebbe stato prostituirsi: per questo ha deciso di tornare a casa, in Romania, ma non aveva i soldi. Così la ragazza, di 19 anni, si è rivolta ai vigili urbani di Foggia che hanno fatto una colletta raccogliendo i 300 euro necessari per il viaggio in autobus fino in Romania.

Arrivata in Italia si è resa conto che il suo futuro sarebbe stato prostituirsi: per questo ha deciso di tornare a casa, in Romania, ma non aveva i soldi. Così la ragazza, di 19 anni, si è rivolta ai vigili urbani di Foggia che hanno fatto una colletta raccogliendo i 300 euro necessari per il viaggio in autobus fino in Romania. Non è la prima volta per i vigili di Foggia: a dicembre fecero un’altra colletta per una cittadina straniera che voleva tornare dalla sua famiglia.

È accaduto a Foggia la scorsa settimana ma se ne viene a conoscenza solo oggi per ovvie ragioni di sicurezza. La Polizia municipale sottrae una ragazza rumena alla prostituzione. Secondo la ricostruzione, il personale del Comando si è messo immediatamente a disposizione sia per avviare le dovute indagini, sia per dare aiuto alla rumena. Difatti, la giovane rumena presentandosi dai vigili ha chiesto di essere rimpatriata. Così sono scattati gli aiuti con il coinvolgimento dei Servizi Sociali del Comune di Foggia che hanno provveduto a farla ospitare per alcuni giorni in una casa famiglia della città. Per accelerare i tempi del suo rientro in Romania, considerando i giorni festivi, tutti gli agenti di Polizia Municipale coinvolti nel caso hanno provveduto a fare una colletta tra i colleghi per unire la somma di denaro necessaria all’acquisto del biglietto per il viaggio in pullman, garantendo anche i pasti. Dopodiché la giovane ventenne rumena è stata accompagnata dagli agenti della Polizia municipale di Foggia al pullman attendendo fino al momento della partenza. Ora la giovane ventenne rumena è al sicuro nel suo Paese.