Nessuna offerta per il Foggia, Canonico resta in sella. Boscaglia favorito per sostituire Zeman

Per il ruolo di direttore sportivo, molto probabilmente, si ricorrerà ad una soluzione interna con la nomina di Emanuele Belviso

È scaduta oggi la settimana nella quale Canonico, come dichiarato in un comunicato stampa del club, si era reso disponibile a valutare offerte di gruppi imprenditoriali intenzionati a rilevare il Calcio Foggia. Al presidente rossonero, però, non è giunta nessuna proposta e Canonico, con il suo entourage, ha continuato a lavorare sotto traccia per il post Zeman-Pavone. Per il ruolo di direttore sportivo, molto probabilmente, si ricorrerà ad una soluzione interna con la nomina di Emanuele Belviso, attualmente responsabile dell’area tecnica, che, oltre ad essere un uomo di fiducia di Canonico, ha ricoperto il ruolo di ds già a Bisceglie.

Sul fronte allenatore, invece, sono stati valutati più profili e, dopo un’attenta analisi, nelle ultime ore la dirigenza ha scelto di virare su Boscaglia, con il quale ha infittito i contatti. Il profilo dell’ex allenatore del Palermo è quello descritto dal presidente in conferenza stampa: un tecnico esperto e che ha già vinto in questa categoria. Boscaglia, infatti, ha già centrato la promozione in Serie B alla guida del Trapani e della Virtus Entella. Per lui è pronto un biennale.
Infine, le attenzioni di Canonico sono anche puntate al 9 giugno, giorno in cui il Tribunale di Bari si esprimerà sul contenzioso tra l’imprenditore barese e Maria Assunta Pintus, dalla quale ha rilevato il 51% del Foggia.



In questo articolo: