La Chiesa del Gargano alza la sua voce per dire no alla guerra in Ucraina. Manifestazione a Manfredonia con l’arcivescovo Moscone

“Le varie parrocchie stanno raccogliendo viveri, medicinali, cappotti, coperte da inviare in Ucraina e anche per coloro che arriveranno sul Gargano”

La Chiesa del Gargano alza la sua voce per dire “No alla guerra”. Questa sera manifestazione a Manfredonia con l’arcivescovo Padre Franco Moscone in prima linea. Ai nostri microfoni anticipa il messaggio che si leverà dal Gargano e annuncia l’arrivo di profughi ucraini in alcune località del Promontorio.

“Nei prossimi giorni arriveranno profughi dall’Ucraina, accogliamoli con generosità. Sono attesi diversi pullman con tante donne e bambini. Verranno ospitati a casa di cittadini di buona volontà che fanno riferimento alla nostra Chiesa. Le varie parrocchie stanno raccogliendo viveri, medicinali, cappotti, coperte da inviare in Ucraina e anche per coloro che arriveranno sul Gargano. Anche alcuni imprenditori alberghieri hanno dato la disponibilità ad ospitare questa povera gente. Li ringrazio di cuore per questo gesto di umanità e di cristianesimo. Il messaggio che partirà stasera da Manfredonia? Come diceva Paolo VI, con la guerra si perde tutto, con la pace tutto si conserva e si migliora”