Tonfo del Foggia allo Zaccheria, i rossoneri cadono in casa contro il Latina. Finisce con un sonoro 1-3

Satanelli senza idee, mordente e in balìa degli avversari. Ripresa choc per gli uomini di Zeman dopo la lunga pausa

Si torna finalmente a calcare il prato dello Zaccheria. Il Foggia ospita il Latina dopo un mese di inattività e sulla tribuna dello Zaccheria siede per l’occasione Hachim Mastour, ex giocatore del Milan considerato uno dei maggiori talenti all’epoca delle giovanili nel club lombardo e prossimo colpo di mercato rossonero. Zeman schiera un 4-3-3 che risente di alcune pesanti assenze: tra tutte, quelle di Sciacca, Garattoni e Petermann. Questo l’11 rossonero: Alastra; Rocca, Girasole, Di Pasquale, Nicoletti; Garofalo, Rizzo Pinna, Gallo; Tuzzo, Ferrante, Curcio. La sorpresa è il ruolo di Rocca, schierato a destra nei quattro di difesa. Il Latina risponde con un 3-5-2: Cardinali; Carissoni, Esposito, Giorgini; Ercolano, Di Livio, Barberini, Tessiore, Nicolao; Jefferson, Sane.
La cronaca
La prima occasione della gara è sui piedi di Sane, ma Alastra devia in angolo. Il Foggia risponde con Curcio al 5’, palla alta. Al 10’ bella serpentina di Rizzo Pinna che si smarca in area ma conclude debolmente vanificando l’ottima occasione. Al 14’, però, passa in vantaggio il Latina: Nicolao trafigge Alastra con un tiro molto angolato. Al 19’ Curcio sfiora il pareggio: il pallone si infrange sui cartelloni pubblicitari, di poco fuori. Al 26’ Sane spaventa la retroguardia rossonera, con una conclusione a giro di poco alta. Il Latina continua a spingere sull’acceleratore e al 39’ raddoppia i conti con una punizione perfetta dai 20 metri di Esposito. All’intervallo il Latina è avanti 0-2.
Il secondo tempo si riapre con il Latina in attacco: al 49’ un salvataggio sulla linea di Nicoletti evita lo 0-3. È solo il preludio al terzo gol ospite: al 54’ Sane si gira in area e supera Alastra incolpevole. Foggia senza idee, mordente e in balìa degli avversari. Al 58’ Garofalo viene steso in area, è calcio di rigore. Dagli undici metri Curcio non sbaglia: 1-3. Pochi minuti dopo ancora Curcio suona la carica: il 10 scambia con Rizzo Pinna e conclude di poco fuori. Zeman tenta il tutto per tutto alla ricerca del pareggio e getta nella mischia Vitali, Rizzo e Merola al posto di Garofalo, Rizzo Pinna e Tuzzo. Il neoentrato Vitali si rende subito pericoloso con un tiro da pochi passi. Al 75’ Rocca guida una transizione offensiva interessante, serve Vitali che però spreca tutto tirando male a lato. Gli attacchi rossoneri risultano sterili, il Latina gioca con il cronometro e la gara termina 1-3.



In questo articolo: