Rosalba Bisceglia davanti al gip: “La mia azienda è in regola”. L’imprenditrice è indagata in “Terra Rossa”

Sono 16 le persone coinvolte, 5 finite agli arresti per sfruttamento del lavoro. Oggi l’interrogatorio di garanzia per la moglie di Di Bari

Rosalba Bisceglia si è sottoposta oggi all’interrogatorio di garanzia. L’imprenditrice agricola, moglie di Michele Di Bari, capo dimissionario del dipartimento Immigrazione del Viminale, ha spiegato al gip Margherita Grippo che la sua azienda è in regola e trasparente ed ha agito sempre legalmente. Bisceglia, colpita da misura cautelare dell’obbligo di firma nell’ambito dell’inchiesta anticaporalato “Terra Rossa”, spera nella revoca del provvedimento. Il legale Gianluca Ursitti: “La mia assistita ha chiarito la sua posizione dimostrando di possedere un’azienda sana”. Ora la palla passa al Tribunale della Libertà.

Sono 16 le persone coinvolte nel blitz di Procura di Foggia e carabinieri, 5 finite agli arresti per sfruttamento del lavoro. Numerosi i migranti che sarebbero finiti nella rete di imprese e caporali. All’interrogatorio di garanzia di oggi alcuni indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Altri saranno sentiti domani.



In questo articolo: