Foggia sconfitto a Catanzaro, Vazquez e un autorete piegano i rossoneri di Zeman

Si interrompe a otto il numero di risultati utili consecutivi conquistati dai satanelli che incassano la terza sconfitta in campionato

La diciassettesima giornata di Lega Pro girone C si apre con un lunch match di vero prestigio: Catanzaro-Foggia, due squadre destinate a ricoprire le zone alte della classifica al termine del campionato. Attualmente, pugliesi e calabresi attraverso un momento di forma diametralmente opposto: il Foggia non perde da otti gare, il Catanzaro è reduce dall’esonero di Calabro. Il neo allenatore Vivarini dispone un 3-5-2: Branduani; Scognamillo, De Santis, Gatti; Fazio, Bombagi, Welbeck, Verna, Vandeputte; Vazquez, Cianci. Solito 4-3-3 di stampo zemaniano per il Foggia: Volpe; Garattoni, Sciacca, Di Pasquale, Nicoletti; Garofalo, Petermann, Gallo; Tuzzo, Ferrante, Curcio.

La cronaca

All’8′ Gallo viene ammonito per fallo tattico. Al 9′ anche Garattoni viene ammonito e un minuto dopo il Catanzaro va vicinissimo al vantaggio: Cianci in tuffo di testa colpisce il palo. Al 16′ Branduani si sporca i guantoni, deviando in angolo una punizione insidiosa di Curcio. Al 16′ Vazquez spaventa i rossoneri, ma il suo tiro viene ribattuto da un difensore avversario. Al 29′ Cianci scappa alle spalle di Di Pasquale e conclude, ma Volpe blocca senza particolari problemi. Al34′ Nicoletti ruba bene palla e Curcio prova a sbloccare il match con un rasoterra che termina fuori. Al 38′ il Foggia ha una potenziale occasione per portarsi in vantaggio: Ferrante a botta sicura trova un’ottima risposta di Branduani. Sul capovolgimento di fronte, Volpe si esalta neutralizzando una deviazione sottomisura di Cianci. Al tramonto della prima frazione, i padroni di casa siglano l’1-0: Cianci di petto serve un’ottima sponda a Vazquez che spiazza Volpe. Al termine di un primo tempo abbastanza equilibrato, il Foggia torna negli spogliatoi in svantaggio di una rete.

Zeman decide di effettuare due cambi a inizio ripresa: escono Garattoni e Tuzzo, entrano Martino e Merkaj. I rossoneri iniziano la seconda metà di gara col piglio giusto: al 48′ Gallo si incunea in area e crossa per Ferrante. Decisiva la ribattuta di un difensore calabrese. Al 58′ Vazquez sfiora la doppietta personale con un diagonale dalla distanza, ma è attento Volpe nel respingere. Al 68′ Martino sbaglia in fase di costruzione e prova ad approfittarne Verna: la sua conclusione, però, va fuori. Al 71′ il Catanzaro bissa il vantaggio: bel cross di Vandeputte e deviazione fortuita di Sciacca. 2-0 per i padroni di casa. Al 75′ il gioco viene interrotto per qualche minuto dopo un bruttissimo scontro aereo tra Vazquez e Di Pasquale. Entrambi i calciatori, sanguinanti alla testa, vengono soccorsi dallo staff medico e successivamente sostituiti. Il Foggia non riesce mai ad impensierire il portiere avversario e, dopo sei minuti di recupero, la gara finisce 2-0. Si interrompe a otto il numero di risultati utili consecutivi conquistati dai rossoneri che incassano la terza sconfitta in campionato.



In questo articolo: