A Marina di Lesina tutto esaurito, ma territorio ancora fermo agli anni ’80. “Nuovi lavori porteranno ventata di freschezza”

Gerardo Leo, presidente della Pro Loco. “C’è da mettere mano seriamente a Marina di Lesina. E occorre uno sportello unico per i turisti”

“A Marina di Lesina tutto esaurito. Richieste anche dal nord, ma abbiamo strutture ferme agli anni ’80”. Ne è convinto Gerardo Leo, presidente della Pro Loco. “C’è da mettere mano seriamente a Marina di Lesina. E occorre uno sportello unico per i turisti”, dice a l’Immediato.

Poi aggiunge: “Il nostro territorio è molto vasto, Marina di Lesina, Lesina stessa, Torre Mileto, Ripalta… In ogni caso è un momento molto positivo. Sono in atto lavori di riqualificazione contro il dissesto idrogeologico. C’è poi l’appalto della ditta Gianni Rotice che dovrebbe valorizzare l’area sud di Marina di Lesina che per anni ha patito il dissesto con chiusura di immobili e quant’altro. Gli interventi porteranno una ventata di freschezza. Siamo all’anno zero. Al momento siamo commissariati ma spero che in autunno le elezioni portino una nuova squadra amministrativa in grado di mettere a sistema il nostro territorio”.

“L’incisione della compagine amministrativa regionale ha consentito di portare a compimento l’esecuzione dell’appalto per la mitigazione del rischio legato al dissesto idrogeologico – chiosa -. Abbiamo invitato gli amministratori regionali ad intervenire personalmente per illustrare alla cittadinanza il beneficio della riqualificazione. La speranza e quella che venga progettualizzata al più presto l’esecuzione della fogna bianca per far sì che le acque piovane vengano convogliate al di fuori dell’area interessata dal dissesto.
Come Proloco oltre alle vicende urbanistiche anche quest’anno abbiamo formulato un programma di eventi variegato ed articolato – conclude – per allietare i villeggianti di marina di Marina di Lesina”.