De Benedictis e Chiariello al Riesame. Ordine Avvocati respinge richiesta di cancellazione dall’Albo fatta dal legale

L’ex gip, che si è dimesso dalla magistratura, è detenuto nel carcere di Lecce. Il penalista nel penitenziario di Altamura. Sperano nella scarcerazione

Appuntamento a venerdì davanti al Tribunale del Riesame di Lecce per discutere le istanze di scarcerazione richieste per l’ex giudice Giuseppe De Benedictis e per l’avvocato Giancarlo Chiariello, entrambi travolti dall’inchiesta su un presunto giro di mazzette. Con loro venne arrestato anche il viestano Danilo Della Malva detto “U’ meticcio”, esponente di rilievo del clan Raduano, accusato di aver pagato per essere scarcerato da De Benedictis con l’intermediazione del legale Chiariello. L’ex gip, che si è dimesso dalla magistratura, è detenuto nel carcere di Lecce. Il penalista nel penitenziario di Altamura.

Come riporta lagazzettadelmezzogiorno.it, nelle scorse ore il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Bari ha respinto l’istanza di cancellazione dall’Albo fatta da Chiariello, stante la pendenza di procedimenti disciplinari a suo carico. Nei suoi confronti sono stati aperti tre procedimenti: due disciplinari sulla base delle due indagini di Lecce e di Bari (la prima nell’ambito della quale è stato arrestato e la seconda per ipotesi di reati fiscali, riciclaggio e autoriciclaggio a seguito di una perquisizione domiciliare nella quale sono stati trovati 1,2 milioni di euro in contanti), e un terzo cautelare per una eventuale sospensione, con udienza fissata dinanzi al Consiglio distrettuale di disciplina per il prossimo 31 maggio. (Nell’immagine in alto, De Benedictis, Chiariello, Della Malva)

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come