Ancora una sconfitta per il Foggia, inizia male l’era Pintus. Rossoneri cadono nell’atteso derby contro il Bari

I satanelli faticano ad imporre la loro superiorità numerica e rimediano la quarta sconfitta consecutiva restano a 36 punti

Nel giorno del derby di Puglia inizia l’era Pintus. Termina 1-0 la sfida tra Bari e Foggia valida per la ventisettesima giornata del Campionato di serie C, girone C. Primo tempo sostanzialmente equilibrato tra le due compagini in campo, nonostante l’inferiorità numerica dei padroni di casa a partire dal 28’. Nella ripresa, il Bari va in vantaggio con Cianci al 60’. I satanelli faticano ad imporre la loro superiorità numerica. Il Foggia rimedia la quarta sconfitta consecutiva e resta 36 punti in classifica.

Il tecnico rossonero Marchionni, con il consueto 3-5-2, schiera in campo: Fumagalli tra i pali; in difesa Gavazzi (K), Germinio e Anelli; a metà campo Vitale, Di Jenno, Kalombo, Salvi e Curcio; in attacco Rocca e D’Andrea. Partenza sprint per il Bari che, al 13’, sfuma un’occasione d’oro. I primi venti minuti di gara sono ad alto ritmo per entrambe le compagini in campo. Al 28’ viene espulso Maita e il Bari resta in dieci uomini. I satanelli non riescono ad imporre la loro superiorità numerica. Termina 0-0 la prima frazione di gioco.

Nella ripresa, i padroni di casa appaiono determinati. I rossoneri non riescono a monopolizzare il match. E al 60’ Cianci, su punizione dai 30 metri, porta in vantaggio il Bari. Al 79’ occasione per il Foggia, respinta. Nell’ultimo quarto d’ora di gara i satanelli provano ad assediare l’area avversaria senza riuscire a finalizzare in porta. Scintille nel finale di partita. Termina 1-0 al “San Nicola” di Bari. (foto Luigia Spinelli)



In questo articolo: