Omicidio di Francesco Traiano, gli arrestati sono tutti 20enni ma c’è anche un minore. Uccisero per 100 euro e qualche biglietto della lotteria

Fondamentali ai fini investigativi si sono rivelate le telecamere di sicurezza presenti sia nel bar che lungo la via di fuga dei banditi

La Polizia di Foggia ha arrestato cinque persone gravemente indiziate a vario titolo di omicidio, rapina, furto, ricettazione, incendio e favoreggiamento. Le indagini della squadra mobile, coordinate dalla procura foggiana e dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Bari, si riferiscono ad una rapina compiuta lo scorso 17 settembre nel Bar-Tabacchi “Gocce di Caffè” a Foggia, durante la quale il titolare, Francesco Traiano di 38 anni, fu accoltellato all’occhio sinistro e morì a causa delle profonde ferite il 9 ottobre al Policlinico Riuniti di Foggia.

Tra gli arrestati c’è anche un minorenne. I maggiorenni coinvolti, invece, hanno tra i 20 e i 24 anni e sarebbero estranei al mondo della criminalità organizzata foggiana. Il colpo fruttò poco meno di 100 euro e qualche biglietto della lotteria istantanea. Fondamentali ai fini investigativi si sono rivelate le telecamere di sicurezza presenti sia nel bar che lungo la via di fuga dei banditi. La sera stessa della rapina i poliziotti recuperarono l’auto, una Fiat Punto utilizza. In mattinata maggiori dettagli nel corso di una conferenza stampa convocata dalla questura. Dopo gli arresti, le auto della polizia hanno sfilato davanti al bar di Francesco a sirene spiegate, accompagnate dall’applauso dei cittadini.





Change privacy settings