Voci su Moggi al Foggia, lui smentisce: “Di Silvio è un amico e amo quella terra, sono seguace di Padre Pio. Ma non c’è altro”

L’ex dirigente della Juventus non avrebbe alcuna intenzione di entrare nel club rossonero. “Nel caso ci sono per dei consigli”

Nelle ultime ore l’argomento più chiacchierato sul web, in casa Foggia, è la presenza di Luciano Moggi dietro la cordata di Di Silvio, che aveva formulato un’offerta ufficiale per l’acquisizione della società rossonera.
Ai microfoni di gianlucadimarzio.com, l’ex dirigente della Juventus ha smentito le voci categoricamente. “Francesco Di Silvio è un amico e quando mi ha detto della sua idea di prendere il Foggia per riportarlo in A, gli ho detto che era un’ottima idea. Quando lui avrà bisogno di consigli, ci sarò sempre ma da qui a parlare di un ingresso mio in società, ce ne passa – ha dichiarato Moggi -. Foggia è una città che merita più della categoria attuale e sono certo che Di Silvio abbia ambizioni prestigiose. Poi io sono seguace di Padre Pio e quindi guardo a quella terra con una simpatia particolare. Ma la mia adesso è solo amicizia con Di Silvio. Soltanto consigli a un amico. Sul resto della trattativa per prendere il Foggia, sulle varie dinamiche societarie o anche sull’ingresso di Ceravolo – stretto collaboratore dell’ex presidente della Juventus, ndr – non sono informato”.

Luciano Moggi ha dunque negato un suo coinvolgimento nella trattativa solo per non alzare ulteriori polveroni o è realmente estraneo alla possibile acquisizione del Foggia da parte di Francesco Di Silvio? Staremo a vedere.



In questo articolo:


Change privacy settings