Scoperta base di spaccio in una casa di Corso Roma a Foggia, sotto sequestro cocaina e hashish. Arrestato pluripregiudicato

Blitz della squadra mobile in un mini appartamento nella zona centrale della città. Il 38enne trafficante di stupefacenti è stato fermato mentre girava a bordo di un’utilitaria lungo viale degli Aviatori

Brillante operazione della squadra mobile di Foggia che, nel corso di attività info investigativa finalizzata al contrasto dei reati inerenti il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti, ha scoperto un mini appartamento, nel centralissimo corso Roma, adibito da un noto pluripregiudicato foggiano a base operativa per la detenzione e lo smercio di cocaina e hashish. Da tempo gli investigatori erano sulle tracce del pregiudicato, un 38enne foggiano Antonio Vincenti, scarcerato lo scorso mese di maggio. L’uomo è molto conosciuto negli ambienti delinquenziali per essersi reso responsabile di numerosi reati commessi anche in altre regioni.

A suo carico figurano numerose condanne penali, divenute definitive, per varie fattispecie delittuose. Nel 2019 è stato condannato dalla Corte di Appello di Bologna a 5 anni di reclusione, in concorso con altri due delinquenti, in relazione a due distinte rapine in danno di alcuni avventori di una discoteca di Riccione a cui vennero asportati, sotto la minaccia di un’arma da taglio, telefonini ed altri oggetti personali. La stessa Corte di Appello di Bologna lo aveva condannato per associazione a delinquere nel 2016 ad un anno e 6 mesi di reclusione. L’anno precedente, nel 2015, la Corte di Appello di L’Aquila gli aveva inflitto un anno e 4 mesi di reclusione per tentato furto. Nel 2017 è stato condannato dalla Corte di Appello di Brescia a 2 anni di reclusione per furto di 1.100 forme di Parmigiano Reggiano asportati ad una latteria sociale di Mantova.

A Foggia è conosciuto come spacciatore, tanto è vero che nel 2012 e nel 2013 è stato condannato, dalla Corte di Appello di Bari, per detenzione di sostanze stupefacenti rispettivamente alla pena di anni 1 e mesi 6 nonché ad anni 2 e mesi 8 di reclusione. Ieri mattina, gli investigatori hanno proceduto a localizzare il pregiudicato, mentre si trovava a bordo di una utilitaria condotta da un altro malavitoso lungo viale degli Aviatori. Effettuata una perquisizione personale, nelle tasche dei pantaloni è stata rinvenuta la somma in contanti di 1.350 euro nonché le chiavi di un appartamento nella sua disponibilità.

Gli agenti hanno esteso le operazioni di perquisizione anche alla suddetta unità immobiliare ove, in un contenitore di plastica per pittura, è stato rinvenuto un borsello all’interno del quale erano custoditi 10 pani di hashish ciascuno dei quali del peso di 100 grammi, per un peso complessivo di un chilogrammo. Inoltre, in un portamonete, è stata rinvenuta una “pietra” di cocaina del peso di 40 grammi. Infine, nell’appartamento sono stati rinvenuti un bilancino di precisione ed altro materiale utilizzato per il taglio ed il confezionamento delle dosi di sostanze stupefacenti. Al termine delle operazioni, di concerto con la Procura della Repubblica di Foggia, l’uomo è stato dichiarato in arresto mentre il denaro e la sostanza stupefacente rinvenuta sono stati sottoposti a sequestro. La posizione dell’arrestato, al momento detenuto presso la Casa Circondariale di Foggia, è al vaglio dell’autorità giudiziaria che dovrà pronunciarsi sulla convalida dell’arresto.





Change privacy settings