Escalation criminale a Manfredonia, in poche ore attentati e rapine. Colpiti locali, un commercialista e il titolare di un B&B

Malavita scatenata in riva al golfo, rubati pochi spiccioli in un negozio di articoli per la casa. Bruciano due auto nel giro di un’ora e mezza

Due attentati intimidatori, una rapina compiuta e un’altra fallita. Escalation criminale nel pomeriggio di sabato a Manfredonia. Il primo colpo intorno alle 16:30: due malviventi a volto coperto, con mascherina, cappellino e cappuccio di una felpa, hanno fatto irruzione in un bar di via Dante Alighieri. Armati di pistola e coltello hanno tentato di portar via l’incasso ma c’è stata la reazione di un dipendente che li ha messi in fuga. Un’ora più tardi due malviventi con lo stesso travestimento, sempre armati di coltello e pistola hanno rapinato un negozio di articoli per la casa in via Pulsano: rubati appena 200 euro.

Verso le 19, invece, ignoti hanno piazzato e fatto esplodere un piccolo ordigno sulla maniglia della Honda di un commercialista. L’auto era parcheggiata in via Dante. La vittima ha negato di aver mai ricevuto minacce o richieste di qualsiasi natura. Infine, alle 20:30 in via Foggia a Siponto, malviventi hanno dato fuoco alla Toyota del proprietario di un B&B. Sul luogo dell’incendio gli investigatori hanno recuperato uno straccio imbevuto con liquido infiammabile. La vittima ha negato di aver ricevuto ricatti o minacce. (foto di archivio)



In questo articolo:


Change privacy settings