Foggia, supersfida al Palermo. Marchionni: “Vogliamo una grande partita. Gentile? Fatto gravissimo, ora il capitano deve ritrovare gli stimoli”

In questa settimana di calcio si è parlato ben poco in casa Foggia. L’atto intimidatorio ai danni di Federico Gentile ha rubato la scena alla preparazione del prossimo turno di campionato, che andrà in scena domani alle 14:00 contro il Palermo. Sarà l’ultima gara casalinga del 2020 per i rossoneri, che indosseranno la maglia celebrativa del centenario di storia del club. Queste le dichiarazioni di Mister Marchionni alla vigilia: “Affronteremo il Palermo con determinazione e spirito di sacrificio, bisogna scendere in campo da squadra per vincere questi match. I ragazzi vogliono disputare una grande partita, dobbiamo dare continuità all’importantissima vittoria di Viterbo e per farlo, bisogna scendere in campo con la testa giusta perchè di fronte avremo una squadra molto forte, costruita per vincere e non possiamo permetterci cali di concentrazione. Queste sono quelle partite in cui sarebbe stato importante avere il supporto dei nostri tifosi, speriamo si possa tornare quanto prima alla normalità negli stadi perchè così è tutto molto limitativo. Abbiamo vissuto una settimana particolare, ciò che è accaduto a Federico Gentile è gravissimo e comprendo la sua poca tranquillità, personale e familiare. Lui in questo momento deve soltanto pensare a prendersi tutto il tempo necessario per ritrovare gli stimoli e la giusta serenità: io, lo staff e tutti i suoi compagni di squadra siamo qui ad attenderlo a braccia aperte. Formazione? Ritrovo Curcio, Del Prete e Germinio, ma spero di avere tutti gli effettivi a disposizione quanto prima”.



In questo articolo:


Change privacy settings