Maxi blitz “Grande Carro”: torna libero il noto agronomo Manlio Cassandro. “Assenza di gravi indizi di colpevolezza”

Assenti i gravi indizi di colpevolezza. È tornato così in libertà Manlio Cassandro, noto agronomo di Barletta, finito in carcere nella maxi inchiesta “Grande Carro” di DDA e carabinieri contro la mafia foggiana. È quanto stabilito dal Tribunale del Riesame (presidente Romanazzi, relatore Caramia) che ha accolto il ricorso degli avvocati del professionista. Cassandro è ritenuto una sorta di “re” dei Psr, firmatario di moltissime richieste di agevolazioni presentate negli ultimi mesi.



In questo articolo:


Change privacy settings