“Doppia preferenza, voto palese non può essere imposto. Bastano 5 consiglieri per chiedere il segreto”. Tutte le insidie contro le donne

Il Pd, come spiega il capogruppo Campo, voterà a favore ed è chiaramente orientato a palesare la preferenza

Si è conclusa intorno alle 16 la riunione del gruppo del Pd in consiglio regionale in Puglia per discutere come affrontare lo spinoso voto sulla modifica della legge elettorale e l’introduzione della doppia preferenza.

Il partito democratico, come spiega il capogruppo Paolo Campo, voterà a favore della doppia preferenza ed è chiaramente per il voto palese. “Il voto palese però non può essere imposto, se anche un consigliere chiede il voto segreto ed è accompagnato nella sua richiesta da altri 4 eletti, va seguito lo scrutinio segreto, che per le leggi elettorali è previsto anche alla Camera e al Senato”, specificano i dem e Campo a l’Immediato.

A chiedere il voto segreto potrebbero essere proprio gli azzurri di Giandiego Gatta o il fittiano Ignazio Zullo. In quel meccanismo ogni uomo potrebbe decidere autonomamente e tradire anche l’ordine di scuderia di Emiliano nella maggioranza.





Change privacy settings