Regionali 2020, Nicola Gatta ha deciso: “Scelgo Candela e la Capitanata, non mi candido”

Non si candida Nicola Gatta, ha scelto il territorio

Ha deciso Nicola Gatta, sindaco di Candela e presidente della Provincia. A l’Immediato già aveva confidato di voler lavorare ancora per la Provincia per organizzare al meglio il Cis di Capitanata.
“Non mi candido alle prossime elezioni regionali, ho scelto Candela e la Capitanata”, dice in esordio in un suo post.
E spiega: “Nonostante le numerose proposte e sollecitazioni di questi giorni, ho deciso di NON CANDIDARMI ALLE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI. Una scelta difficile e meditata, nella quale ho messo da parte le ambizioni personali decidendo di continuare a lavorare per Candela e per la Provincia di Foggia. Ho dedicato nove anni della mia vita alla guida della comunità candelese e da un anno e mezzo guido la Provincia di Foggia, lavorando giorno dopo giorno per rendere la nostra Capitanata migliore.
Per candidarmi, avrei dovuto dimettermi da Sindaco e da Presidente lasciando il Comune,  in questo difficile momento storico, in mano ai commissari prefettizi, …..non me lo sarei mai perdonato….ed ho anteposto, alle mie  aspirazioni politiche,  il bene della mia comunità e della Provincia di Foggia. Credo di aver fatto la scelta giusta, una scelta di cuore per la mia amata Candela e per la Capitanata!!!”.
Ebbene Gatta non si candida, un’ottima notizia per Antonio Tutolo e per gli altri candidati del centrosinistra, Raf Piemontese e Rosario Cusmai in testa, che hanno nei Monti Dauni un importante fortino.
Gatta dovrebbe appoggiare la fittiana Annamaria Fallucchi ma da presidente la sua campagna elettorale per lei non potrà essere troppo sfacciata.

Avrà tempo per le prossime politiche dove se ci sarà un partito di Giuseppe Conte sarà in prima fila.



In questo articolo:


Change privacy settings