Regionali 2020, Forza Italia il partito più debole del centrodestra? Gli azzurri si attrezzano per non sfigurare. Nicola Gatta ancora indeciso

“Sto valutando, tanti mi vorrebbero candidato, ma conto di rimanere in Provincia, torno adesso da Roma per il Cis”, dice l’attuale presidente di Palazzo Dogana

C’è molto fermento in Forza Italia in vista delle prossime regionali. Gli azzurri che sono il partito più debole della coalizione rispetto a Lega e Fratelli d’Italia non vogliono di certo sfigurare rispetto alle liste civiche del candidato presidente, Raffaele Fitto.

La sua civica personale Fitto Presidente avrà come capolista l’imprenditrice culturale e turistica di San Nicandro Garganico, Annamaria Fallucchi, prima proprietaria terriera insieme alle sorelle Cuttano ad aver investito nel business della banchettistica e dei matrimoni a due passi dal Lago di Varano sul modello dei grandi resort della Valle d’Itria. Non è ancora certo, perché l’interessato non scioglie ancora la riserva, nonostante le tante pressioni del centrodestra, ma potrebbe correre con lei in ticket il sindaco di Candela e presidente della Provincia Nicola Gatta, che ha assicurato a tanti amministratori dei Monti Dauni che Fitto organizzerà un assessorato per i piccoli comuni nel quale potrebbe avere un ruolo di primo piano l’ex sindaco di Pietra, Rino Lamarucciola.

Interpellato da l’Immediato Gatta è sincero: “Sto valutando, tanti mi vorrebbero candidato, ma conto di rimanere in Provincia, torno adesso da Roma per il Cis, ci sono ancora tante progettualità da portare avanti per le strade di Capitanata e non solo. Mi prenderò qualche altro giorno per decidere, vedremo”.

Appare fortissima anche la civica centrista che assomma l’Udc di Lorenzo Cesa, Noi con l’Italia di Maurizio Lupi e IdeA di Gaetano Quagliariello, se davvero ci saranno Paolo Dell’Erba, Leo Di Gioia e Napi Cera, ma quest’ultimo preferirebbe la collocazione in Forza Italia, dove si sente sicuro di battere anche Giandiego Gatta. 

In Forza Italia, con la discesa in campo per il centrosinistra di Emiliano del sindaco lucerino Antonio Tutolo, si alzano le quotazioni di un altro ex sindaco Peppino Labbate. Si prospetta una campagna elettorale da duello rusticano.

Intanto tra gli azzurri, ci sono nuove nomine per i giovani. Ne dà conto la segretaria regionale della giovanile Marzia Spagnuolo, che osserva in una nota: “Forza Italia è viva e continuerà ad esserlo. Oggi si aggiungono nuovi tasselli che rilanceranno il movimento giovanile e di conseguenza l’intero movimento del nostro Presidente Silvio Berlusconi.  Ho provveduto a nominare nuovi ragazzi ad incarichi di responsabilità che si aggiungono ai già tanti amici che rivestono ruoli negli altri paesi della Provincia.  Ho nominato come mio vice-coordinatore Provinciale e coordinatore cittadino di Forza Italia Giovani di Vico del Gargano, Michele Budrago. Ho nominato Coordinatore Cittadino di Forza Italia Giovani della città di Cerignola e Responsabile Provinciale delle Comunicazioni, l’amico Sante Cartagena . Ho nominato come Coordinatore cittadino di Forza Italia giovani della città di Mattinata e come Commissario della Città di Manfredonia di Forza Italia Giovani, l’amico Antonio Troiano.  Sono certa che questi amici e questi nuovi dirigenti del partito moltiplicheranno i loro sforzi per rendere ancora più forte un partito in salute che dimostrerà il suo valore nelle prossime elezioni. A tal proposito le elezioni Regionali Imminenti saranno un eccellente banco di prova per tastare la capacità e la grinta di questi ragazzi che impiegheranno quell’impegno, quella responsabilità, quella passione che mi ha convinto a conferire loro questi incarichi . Sono sicura ,addirittura, che la raffineranno ancora di più, crescendo e vincendo insieme come ci ha insegnato il nostro Presidente. A loro va il mio personale e sentito augurio”. (In alto, in foto, Napy Cera e Nicola Gatta)





Change privacy settings