Foggia, a Parco San Felice torna la normalità. Si riparte dalle persone più fragili, al via “IncluSiamo”

Katia Colella, presidente di Energiovane, capofila dell’ATS che gestisce il Centro Polivalente Parcocittà: “Vogliamo rafforzare l’inclusione sociale, favorire interventi di interazione e reciprocità sociale e incentivare la partecipazione”

Parcocittà riapre all’insegna della partecipazione, una parola che ha ispirato tante attività del Centro Polivalente di Foggia. E all’insegna della partecipazione sarà anche “IncluSiamo”, il programma di interventi educativo-motivazionale di sostegno alle pratiche dell’autonomia e della formazione al lavoro, promosso da Parcocittà con la Società di Cooperativa Sociale Millenium 2000. A partire da lunedì 15 giugno alle ore 9 protagonisti delle attività ludico-ricreative saranno i ragazzi della Cooperativa Sociale, localmente presente da circa un ventennio. “Siamo molto felici di riaprire Parcocittà alla cittadinanza e soprattutto all’utenza fragile che in questi mesi ha sofferto il periodo del lockdown – dichiara Katia Colella, presidente di Energiovane, capofila dell’ATS che gestisce il Centro Polivalente Parcocittà -. Vogliamo rafforzare l’inclusione sociale, favorire interventi di interazione e reciprocità sociale e incentivare la partecipazione, tutti principi che da sempre caratterizzano l’azione di questo Centro. Siamo soddisfatti di questa sinergia con la Cooperativa Sociale Millenium 2000, la rete rappresenta uno dei capisaldi delle nostre attività e riuscire ad aggregare le realtà associative locali è per noi importante”.

Parcocittà, nonostante la chiusura forzata della quarantena, non ha mai smesso di lavorare per la comunità. “Noi non ci siamo mai fermati – aggiunge Katia Colella -. In questi mesi abbiamo continuato a lavorare soprattutto con i progetti per le famiglie attraverso i laboratori online perché pensiamo che si può essere uniti anche a distanza. Nei prossimi mesi abbiamo in programma altri eventi per restituire alla comunità foggiana la piena fruizione degli spazi esterni della struttura, rispettando sempre le regole del distanziamento e della prevenzione alla diffusione del Covid-19”.

Importante la collaborazione con la Cooperativa Sociale Millenium 2000. Impegnata nel mondo dell’handicap e dei soggetti socialmente svantaggiati, la cooperativa si prefigge di accompagnare gli stessi in un percorso d’inserimento nella società, attraverso percorsi formativi ludici e assistenziali. Attualmente si occupa di programmi di formazione con l’inserimento di ragazzi diversamente abili in progetti di “formazione lavoro protetto”. “Vogliamo creare attività inclusive, aiutando i ragazzi a conoscere gli spazi esterni in città e facendo venir fuori le loro capacità”, sottolinea Francesca Capacchione, presidente della Cooperativa Sociale Millenium 2000. Le attività di “IncluSiamo” si svolgeranno il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9 alle ore 12.





Change privacy settings