I big g dell’acquisto, un viaggio tra i siti di comparazione

vacanze, hi tech, assicurazioni, tutti a confronto. e non solo sul prezzo

Siamo così abituati che non ci facciamo nemmeno più caso. È ormai automatico per qualsiasi persona che cerca un servizio o un prodotto da acquistare affidarsi come primo step ai siti di comparazione.

Di cosa si tratta esattamente? E quando sono nati questi siti? Siamo nei primi anni ’90 in America ed iniziano a comparire sull’ancora giovanissimo web i primi siti che mettono a confronto i prezzi e le caratteristiche di prodotti similari, consigliando all’utente quello di qualità più alta e maggiormente conveniente. Oppure segnala lo stesso prodotto a prezzi però diversi.

Il Italia dobbiamo aspettare gli inizi del nuovo millennio per veder comparire i primi portali pubblicizzati come a supporto del consumatore.

La diffusione è stata poi immediata, dal loro apparire, in risposta al gradimento degli utenti hanno iniziato a moltiplicarsi tant’è che oggi si trovano siti di comparazione praticamente su ogni tipologia di bene, servizio o prodotto che sia.

Ad esempio, è capitato a tutti quando si cerca un volo di affidarsi a skyscanner.it per trovare la migliore soluzioni con pochi trasbordi, un orario di partenza accettabile e al costo più competitivo.

Dovendo acquistare prodotti come elettrodomestici, è naturale fare un passaggio sul sito https://www.trovaprezzi.it/, dove spesso anche la stessa marca e il medesimo modello possono avere a seconda del fornitore costi differenti.

Stesso discorso anche nel caso si servizi economicamente importanti, come la ristrutturazione di casa, oppure se si è deciso di cambiare la polizza auto.

In merito alla telefonia è praticamente d’obbligo passare da un comparatore prezzi prima di scegliere l’operatore giusto per l’abbonamento o la ricaricabile.

È chiaro che pure l’intrattenimento passa per gli stessi canali: prendiamo ad esempio il gioco on line, nello specifico il gambling, esistono siti di riferimento che fanno da sia da comparatori che da esperti titolati, in quanto diretti fornitori del medesimo servizio, e che offrono recensioni sui loro competitors, come fa Betnero che illustra le differenze tra Starvegas e proprio portale, per mostrare chi offre il bonus più alto, chi offre più scelta in tema di giochi e maggior varietà in modalità live.

Ma i comparatori contemplano anche servizi alla persona, come ad esempio in tema sanitario, vedi i comparatori di dentisti, o delle cliniche private che effettuano esami dove si può facilmente capire dove non si paga la prima visita o chi allo stesso prezzo di una radiografia offre invece un check-up per zone completo.

Ovviamente questo diffondersi di siti di comparazione e l’abitudine ad usarli va di pari passo con la digitalizzazione dei consumi. Più le nostre esigenze trovano risposte in rete, meno sentiamo il bisogno di investire tempo e spostamenti per le medesime necessità.

 





Change privacy settings