Il pandemonio nel “Texas” di San Severo, fuochi illegali, assembramenti e insulti alla polizia. “Siamo nella morsa della criminalità”

Allestimento abusivo di una batteria nel noto quartiere alla periferia della città. Le forze dell’ordine analizzeranno i filmati

“Questo è quello che è successo a San Severo il 18 maggio 2020 alle ore 20 nel rione denominato ‘Texas’. Circa 300 persone, forse più, con una batteria illegale fortissima, senza precedenti”. Inizia così la breve segnalazione di un lettore, accompagnata da un video, sui disordini della giornata scorsa nella città dei campanili dove un gruppo piuttosto folto di ragazzi ha fatto esplodere fuochi illegali, scatenando caos e assembramenti. “All’arrivo di due pattuglie – scrive il lettore – alcuni dei presenti le hanno prima bloccate e poi insultate da come si evince nel video”.

E conclude: “Siamo nella morsa dell’illegalità e di una mafia che sfida le istituzioni e si crede padrone del territorio. Confidiamo nella condivisione per dire basta a questo scempio”.

La festa per la Madonna del Soccorso si è svolta domenica e lunedì. Cerimonie sobrie e a porte chiuse. Durante la giornata non ci sono state le classiche batterie di ogni anno. Solo domenica mattina a causa di un flash mob per un lancio di palloncini, si è creato un mini assembramento nei pressi della chiesa del Soccorso. Episodio durato pochi minuti.

Tuttavia, sia domenica che lunedì nel “Texas”, noto quartiere periferico, abitato da numerosi pregiudicati, c’è stato l‘allestimento abusivo di una batteria. In due punti diversi. “Ora dobbiamo analizzare le immagini”, fanno sapere dalla polizia, pronta a prendere i dovuti provvedimenti.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come





Change privacy settings