Coronavirus, 60 contagi e 200 in quarantena a San Giovanni Rotondo. Il sindaco: “Non possiamo stare tranquilli”

Crisetti: “Dobbiamo essere severi nei comportamenti per il contenimento della diffusione del virus”

“Avevo promesso che non appena fossi venuto a conoscenza dei dati relativi al contagio a San Giovanni Rotondo ve ne avrei parlato. Dalla Prefettura mi hanno comunicato che nella nostra città sono all’incirca 200 le persone in quarantena e una sessantina quelle risultate positive al COVID-19”. Lo dichiara il sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti.

“Il dato non ci può far stare tranquilli – prosegue -, su questo deve basarsi maggiore responsabilità di ognuno di noi. Dobbiamo essere severi nei comportamenti per il contenimento della diffusione del virus. Abbiamo messo a punto diversi servizi per affrontare al meglio questa emergenza, a cominciare dalla spesa sospesa, finalizzata ad aiutare chi non riesce ad acquistare beni di prima necessità in questo periodo. Continueremo su questa strada, sperando che questo bruttissimo periodo passi presto”.

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come