“Surreale parlare ancora di Amorese col Covid-19”. Forza Italia attacca l’agenda politica di Fratelli d’Italia

Auspichiamo quanto prima – e quando si potrà fare visti gli eventi – un incontro politico di coalizione per affrontare temi ben più urgenti e sensibili, dice l’azzurro

Mentre le commissioni e il Consiglio comunale si potranno riunire in piena legittimità, sebbene le prime potrebbero subire una battuta d’arresto, se non strettamente necessarie, non si placa l’aspra polemica tra Forza Italia e i Fratelli d’Italia nella maggioranza Landella al Comune di Foggia.

Come si sa, è stato soprattutto Raffaele Di Mauro insieme a tutta la segreteria cittadina dei giovani Iacovangelo e Rignanese, consigliati dal capogruppo Consalvo Di Pasqua, a spingere e pretendere la defenestrazione di Claudio Amorese, genero di Bruno Longo, reo di aver abbandonato il gruppo azzurro, nel quale era stato eletto e grazie al quale aveva ricevuto l’incarico per il parente.

A parlare in una nota molto piccata è lo stesso Di Mauro.

Ecco il suo pensiero.

“Trovo sinceramente incomprensibile e surreale dover rispondere ad una polemica politica in un momento tanto delicato per il nostro Paese ed in particolar modo per la nostra città. Temi come il rischio contagio da Coronavirus o l’evasione dal carcere di Foggia di decine di detenuti evidentemente passano in secondo piano nell’agenda politica di Fratelli d’Italia di Foggia dinnanzi al cambio di caselle gestionali nella giunta comunale.

Ed è solo ed esclusivamente per garbo nei rapporti di coalizione che ci vediamo costretti a rispondere alla posizione assunta dalla nota stampa degli amici Di Giuseppe e La Salandra a cui va tutto il nostro ringraziamento per l’attenzione rivolta nei confronti di un assessorato di Forza Italia. È confortante vedere una forza politica alleata preoccuparsi delle decisioni del Sindaco nei confronti dell’assessore Amorese, a cui naturalmente va anche e soprattutto il nostro ringraziamento per il lavoro svolto a favore della comunità cittadina, scelto da Forza Italia, quale assessore esterno – a discapito di chi si era speso in prima persona in campagna elettorale – in una riunione di partito alla presenza anche dei vertici regionali.  Allo stesso modo e con la stessa legittimità con cui Forza Italia ha proposto la prima dei non eletti Sonia Ruscillo allorquando il Sindaco ha comunicato al gruppo consiliare il venir meno del rapporto fiduciario personale nei confronti di Amorese.

Auspichiamo quanto prima – e quando si potrà fare visti gli eventi – un incontro politico di coalizione per affrontare temi ben più urgenti e sensibili, rispetto alla gestione, così come quotidianamente stiamo facendo nella nostra attività amministrativa”.

 





Change privacy settings