Auto cannibalizzate e bruciate a Cerignola, scoperta ‘centrale’ della ricettazione in contrada Moschella

Nella giornata del 28 febbraio, gli agenti del commissariato di Polizia di Cerignola hanno effettuato un controllo ad un autodemolitore della zona periferica di Cerignola che da accertamenti esperiti risultava in regola nella gestione e da un approfondito controllo, non venivano rinvenute parti di auto di provenienza illecita.

Dopo il controllo, però, è arrivata una richiesta di intervento della sala operativa, in quanto ignoti erano intenti a cannabalizzare delle auto in contrada Moschella. Giunti sul posto, i poliziotti hanno notato che i malfattori si erano già dileguati e vi erano diverse carcasse di autovetture bruciate ed altre parzialmente smontate.

Dal sopralluogo effettuato sul terreno incolto, si rinvenivano e sequestravano: un’autovettura Seat Leon rubata  ad Acquaviva delle Fonti, un’autovettura Ford Eco Sport denunciata rubata a Molfetta,  una Opel Karl denunciata rubata a Bitonto; una Opel Corsa denunciata rubata a Bari parzialmente smontata, priva di sportelli, cofano anteriore e posteriore, fanaleria, sedili interni, parti del motore, pneumatici.

Sono state rivenute anche alcune scocche bruciate di una Peugeot modello 208, una Seat Leon,  una Toyota Yaris,  una Renault Clio ed una  Fiat Punto. I proprietari dei mezzi venivano contattati per essere informati del rinvenimento. 

(foto: archivio)





Change privacy settings