Vieste, beccati i coniugi della droga. Cocaina nel paniere calato dal balcone e telecamere per controllare la zona

Nel corso dell’operazione i carabinieri hanno sequestrato la somma di denaro contante pari a 10.385 euro in banconote di diverso taglio, nonché 7 telecamere di sorveglianza e un DVR

Arrestati un 37enne e la moglie, entrambi di Vieste, responsabili di detenzione in concorso e spaccio di 81 monodosi di cocaina. I coniugi sono stati sottoposti alla misura cautelare della detenzione domiciliare nella cittadina garganica.

Nella giornata del 22 febbraio scorso i carabinieri di Vieste, nel corso di predisposto servizio, a seguito di perquisizione domiciliare effettuata anche con l’ausilio delle unità cinofili in forza al Nucleo Carabinieri di Modugno, hanno rinvenuto all’interno dell’abitazione dei coniugi e più precisamente addosso alla donna, 3 ovuli in plastica contenenti 81 bustine di cocaina. Stupefacente che, da successivi accertamenti esperiti dal L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, è risultato corrispondere a 124 dosi ricavabili.

Nel corso dell’operazione è stata sequestrata la somma di denaro contante pari a 10.385 euro in banconote di diverso taglio, nonché 7 telecamere di sorveglianza e un DVR a mezzo del quale gli arrestati monitoravano le vie adiacenti alla loro abitazione per verificare eventuali interventi delle Forze di Polizia.

L’attività di spaccio veniva posta in essere dai coniugi mediante l’acquisizione del denaro dal cliente di turno che lo riponeva in un paniere, preventivamente calato dall’abitazione dei coniugi. Successivamente il compratore si recava alle spalle dello stabile, ove a mezzo del canale di scolo delle acque reflue, opportunamente disposto, veniva calata giù la dose richiesta.

L’arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria con il rito per direttissima.



In questo articolo:


Change privacy settings