Il Coronavirus non ferma i fedeli, in 40mila da Papa Francesco. “Bari capitale dell’unità, significativo essere qui”

Il pontefice è intervenuto nella Basilica di San Nicola a conclusione dell’incontro dei vescovi cattolici del Mediterraneo “frontiera di pace”. “Città importante per i legami che intrattiene”

Circa 40mila fedeli a Bari per Papa Francesco. Presenze che hanno confermato le attese, nonostante la psicosi coronavirus. Alla messa hanno assistito anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e le autorità locali.

“Potremmo chiamare Bari capitale dell’unità”, ha detto il pontefice all’inizio del suo intervento nella Basilica di San Nicola a conclusione dell’incontro dei vescovi cattolici del Mediterraneo “frontiera di pace”. Il papa a ricordato la sua precedente visita nel capoluogo pugliese il 7 luglio 2018 per l’incontro con i capi delle Chiese e delle comunità cristiane del Medio Oriente, e che quella “era la prima volta dopo lo scisma, c’erano proprio tutti – ha detto –. E oggi siamo qui riuniti ancora, la prima volta di tutti i vescovi del Mediterraneo. Trovo significativa – ha aggiunto – la scelta di tenere questo incontro nella città di Bari, così importante per i legami che intrattiene con il medioriente come con il continente africano, segno eloquente di quanto radicate siano le relazioni tra popoli e tradizioni diverse. La diocesi di Bari, poi, da sempre tiene vivo il dialogo ecumenico e interreligioso, adoperandosi instancabilmente a stabilire legami di reciproca stima e di fratellanza”.



In questo articolo:


Change privacy settings