Centinaia di pezzi rubati a Cerignola: in uno sfasciacarrozze “i resti” di auto, furgoni, camion e trattori

Blitz sulla SS16: l’intera area è stata sottoposta a sequestro penale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. Il titolare della ditta, un cerignolano di 40 anni è stato denunciato

Scoperta centrale di riciclaggio di automezzi pesanti a Cerignola. La Polizia di Stato ha controllato una ditta di autodemolizioni rinvenendo un ingente quantitativo di pezzi di camion, autoarticolati ed autocarri rubati.

Il blitz in un’azienda sulla SS16, dove gli agenti del commissariato cerignolano hanno sequestrato, oltre a numerosi componenti di mezzi pesanti anche l’intera area sulla quale i pezzi oggetto di riciclaggio si trovavano, allo scopo di consentire ulteriori accertamenti.

Il servizio svolto per contrastare il fenomeno dei furti di mezzi pesanti e il successivo riciclaggio ha consentito di rinvenire e sequestrare due trattori stradali completamente smontati con telaio apocrifo, 11 cabine per autocarri compendio di furto, due semirimorchi con telai contraffatti, quattro cassoni chiusi per automezzi industriali privi di riferimenti costruttivi, componenti di un’autovettura Audi Q7, due cambi per auto e automezzo pesante (appartenenti ad autoveicoli rubati), 14 frontali per cabine di automezzi pesanti, 8 cassoni per automezzi pesanti privi di contrassegno identificativo e 38 assali per automezzi pesanti, oltre ad un centinaio di pneumatici, una ottantina di porte per furgoni ed automezzi industriali.

L’intera area è stata sottoposta a sequestro penale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente. Il titolare della ditta, un cerignolano di 40 anni è stato denunciato in stato di libertà per i reati di ricettazione e riciclaggio.



In questo articolo:


Change privacy settings