Centrale della droga nella “discoteca” di Borgo Mezzanone, blitz della polizia con tre arresti nella “ex pista”

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. Gli extracomunitari sono stati condotti in Questura dove sono stati identificati e sottoposti ai rilievi fotografici e dattiloscopici

Blitz nella tarda serata di venerdì scorso nella baraccopoli ubicata in località Borgo Mezzanone, nell’area adiacente al C.A.R.A., nota come “ex pista”. Gli investigatori della Squadra Mobile, supportati dagli agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”, hanno fatto irruzione in un manufatto abusivo adibito a discoteca, nell’ambito di una attività di polizia giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, finalizzata al contrasto dei reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione i poliziotti sorprendevano tre extracomunitari, due gambiani ed un cittadino del Mali, mentre erano intenti a confezionare singole dosi di sostanza stupefacente. Gli stessi sono stati trovati in possesso di un sacchetto trasparente contenente circa 100 grammi di marijuana essiccata ed, utilizzando della carta d’alluminio per alimenti, avevano di già confezionato 31 dosi pronte per essere messe in commercio. Nel corso della perquisizione personale effettuata sui malviventi è stata trovata anche una chiave adulterina e una somma di denaro pari a poco meno di 100. 

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro. I tre extracomunitari sono stati condotti in Questura dove sono stati identificati e sottoposti ai rilievi fotografici e dattiloscopici. Accertate le loro responsabilità, sono stati dichiarati in arresto e tradotti in carcere, d’intesa con il sostituto procuratore della Repubblica di Foggia di turno. Il loro arresto è stato successivamente convalidato dal giudice del Tribunale durante la celebrazione dell’udienza effettuata con il rito direttissimo.

L’attuale operazione di polizia si inserisce in una più ampia offensiva portata avanti dalla Squadra Mobile per contrastare i fenomeni delittuosi nell’insediamento spontaneo di Borgo Mezzanone. In proposito, si rammenta che, nell’ex pista di Borgo Mezzanone, l’1 agosto 2019, sono stati tratti in arresto un nigeriano – trovato in possesso di 60 grammi di marijuana suddivisa in dosi e di 2 bottiglie, ciascuna da due litri, contenenti semi e piante di canapa in infusione – e un gambiano, destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Foggia per i reati di tentato omicidio e ricettazione in relazione all’accoltellamento di un connazionale avvenuto il 28 aprile 2019. Inoltre, 10 ottobre 2019, si è proceduto all’arresto di un senegalese per detenzione ai fini di spaccio di 51 dosi di marijuana, pari a circa 80 grammi.

Infine, 7 novembre 2019, si è proceduto a rinvenire e sequestrare, a carico di ignoti, 2,5 chili di marijuana rinvenuta all’interno di una baracca ubicata sempre all’interno dell’ex pista.





Change privacy settings