Checco Zalone chiede ‘scusa’ ai foggiani: “Lo giuro, non penso siano razza inferiore”

Il comico è tornato sulla canzone “La nostalgia del bidet” cantata da Fiorello su Rai Play

In una intervista rilasciata al Corriere della Sera, Checco Zalone chiede “scusa”, con la solita ironia, a Foggia. “Hanno detto di lei che è diventato razzista”, gli ha chiesto il giornalista Aldo Cazzullo.

“Escludo che qualcuno possa essere così stupido da pensarlo davvero – ha spiegato il comico -. Non sono razzista neanche verso i salentini, che per noi baresi sono i veri terroni. E neppure con i foggiani, anche se molti di loro si sono risentiti per una canzone che ho cantato da Fiorello, La nostalgie de bidet: ‘Così proprio ogg’ so’ turnuto nella mia Fogg’, la delinquenza la spazzatura la poverté, ma finalment voilà le bidet…”. Ne approfitto per chiedere scusa ai foggiani: lo giuro, non penso che appartengano a una razza inferiore… E chiedo scusa pure ai calabresi: nel nuovo film c’è una battuta terribile su Vibo Valentia”.

QUI L’INTERVISTA COMPLETA





Change privacy settings