Cede la fascia di capitano all’ex bomber in lotta con la malattia, applausi ed emozioni in Vieste-San Marco

UN PICCOLO MA SIGNIFICATIVO GESTO PER UN GRANDE GIOCATORE

UN PICCOLO MA SIGNIFICATIVO GESTO PER UN GRANDE GIOCATORE Al termine della partita di ieri, domenica 3 novembre 2019, tra Atletico Vieste e ASD San Marco, valevole per la 9^ giornata del Campionato di Eccellenza pugliese, c’è stato un momento di spontanea e particolare emozione.Prima del rientro negli spogliatoi, il capitano dell’Atletico Vieste, Francesco Sollitto, si è avvicinato a Rocco Augelli indimenticabile bomber della nostra squadra, che sta tenacemente lottando contro la malattia, si è sfilato la fascia di capitano (tra l’altro dedicata allo stesso Rocco Augelli) e gliela posta al braccio sinistro. Un gesto di grande rispetto per un giovane calciatore sempre ben voluto da tutti, per la sua bravura e, soprattutto, per la sua educazione. Un abbraccio corale, tra lo stesso capitano Sollitto, il fantasista Angelo Colella, il DS Maurizio Gentile, e i due fratelli Augelli, ha suggellato un momento di forte emozione, salutato da un lungo applauso da parte del numeroso pubblico presente in tribuna.

Posted by Garganotv Vieste on Monday, November 4, 2019

Davvero significativo quanto successo durante un match di Eccellenza in provincia di Foggia. Il capitano dell’Atletico Vieste Francesco Sollitto si è avvicinato a Rocco Augelli, indimenticabile bomber dei viestani, consegnandogli la fascia di capitano, tra l’altro dedicata proprio all’ex attaccante. Augelli, 34 anni, ha lasciato il calcio giocato per combattere contro una malattia. Ora è vice allenatore del San Marco (dove milita il fratello Paolo), club con il quale ha sfidato il “suo” Atletico.

Il video condiviso da GarganoTV è stato ripreso anche da testate nazionali ed è diventato subito virale. “Un gesto di grande rispetto per un giovane calciatore sempre ben voluto da tutti – riporta la testata -, per la sua bravura e, soprattutto, per la sua educazione”. Commovente l’abbraccio corale tra lo stesso capitano Sollitto, il fantasista Angelo Colella, il ds Maurizio Gentile, e i due fratelli Augelli. Applausi scroscianti allo stadio Spina.



In questo articolo:


Change privacy settings