Stazione di Foggia, i cavi di rame vanno via come il pane. Arrestati due operai “infedeli”

Sono stati arrestati dagli agenti della Sezione di Polizia Ferroviaria di Foggia i due operai di origine calabrese, sorpresi a rubare cavi di rame della linea aerea in una zona dismessa a nord della Stazione Ferroviaria. In trasferta, alle dipendenze di una ditta che svolge lavori nel capoluogo dauno, i due operai infedeli, nelle prime ore del pomeriggio di ieri, abbandonato il furgoncino e la pesante sega a ruota, si sono spostati di qualche centinaio di metri, dove, confidando soprattutto sul tipo di abbigliamento indossato – tuta da lavoro arancione ad alta visibilità con fasce fluorescenti – ed utilizzando una grossa cesoia, a cavalcioni l’uno dell’altro, hanno iniziato a tagliare i cavi di rame.

Tutto ciò non è sfuggito all’attenzione dei poliziotti che, insospettiti, hanno proceduto ad un controllo. I due, alla vista degli uomini in divisa, hanno tentato la fuga ma sono stati inseguiti e bloccati subito dopo. Condotti negli uffici di polizia, sono stati identificati e al termine degli accertamenti di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria, i due ladri sono stati condotti in carcere.



In questo articolo: