Foggia, colpo Fumagalli in porta. La nuova maglia gara e campagna abbonamenti, tutto pronto. Rescinde Gallon

L’esperto e grintoso portiere classe ’82, arriva tra i rossoneri dopo 600 presenze in Serie C. Duro lavoro, sacrificio ed intensità: continua la preparazione a Campitello Matese

Quello di Ermanno Fumagalli è un vero e proprio colpo del Calcio Foggia 1920. L’esperto e grintoso portiere classe ’82, con 600 presenze in Serie C, è già a disposizione da alcuni giorni di mister Amantino Mancini nel ritiro a Campitello Matese. Proprio in provincia di Campobasso, a circa 1500 metri di altitudine, continua  la preparazione precampionato con doppie sedute di allenamento giornaliere sotto l’occhio vigile del dt Ninni Corda e del ds Riccardo Di Bari, impegnati sia sul fronte mercato sia nella valutazione dei giovani in prova. Nelle scorse ore è stata ufficializzata la risoluzione consensuale del contratto con Mattia Gallon, l’attaccante ex Picerno non sembrerebbe rientrare nei piani tecnici del club rossonero.

Duro lavoro, sacrificio ed intensità: queste le tre componenti indispensabili per arrivare al meglio all’inizio del campionato, il prossimo 1 settembre. Intanto è stata posticipata a mercoledì 21 la gara del turno preliminare di Coppa Italia con il Brindisi.

Nella giornata di domani sarà presentata la campagna abbonamenti 2019/2020, un ulteriore passo in avanti del lavoro svolto dalla società di Roberto Felleca che, nelle due settimane appena trascorse, ha messo su l’organico (non ancora completato) della prima squadra, riattivato le aree marketing, merchandising, comunicazione e amministrazione, incontrato l’imprenditoria locale e tifoseria, recuperato lo stemma dei satanelli e attivato gli account social Facebook ed Instagram.

Intanto, dopo l’accordo con lo sponsor tecnico Macron pronta anche la nuova maglia da gara. Strisce rossonere e lo storico ed immancabile logo dei Satanelli sul petto. Per l’anno del Centenario c’è grande voglia di tornare a festeggiare in casa Foggia. La fedeltà, per la gran parte dei tifosi, viene prima di tutto.