Lions Manfredonia Host, trenta ragazzi provenienti da tutto il mondo per “Campi e scambi giovanili”

Un’opportunità straordinaria per confrontarsi con altre realtà, conoscere nuove culture e visitare paesi stranieri. In questa tappa sul Gargano hanno visitato Monte Sant’ Angelo, la costa garganica dai faraglioni di Baia delle Zagare alla Basilica di Siponto

Lo scorso 25 luglio, per la prima volta, il “Lions Camp Puglia” ha fatto tappa a Manfredonia. Trenta ragazzi e ragazze dai 16 ai 21 anni provenienti da 17 nazioni sono stati ospiti del Lions Club Manfredonia Host, presieduto da Fanny Garzia. In questa tappa sul Gargano hanno visitato Monte Sant’ Angelo, la Basilica, il castello, il centro storico, poi la costa garganica con i faraglioni di Baia delle Zagare, la Basilica Maggiore e la basilica paleocristiana con la famosa struttura metallica di Edoardo Tresoldi a Siponto, il Faro e il centro storico portuale di Manfredonia. Per concludere festa finale al Centro Nautico Guglielmi.

L’iniziativa s’inserisce nell’ambito del programma “Campi e Scambi giovanili” organizzato dal Lions Club International, per consentire ai giovani di visitare paesi stranieri, si ripete da anni in tutto il mondo, e in Puglia da circa 20 anni. Si tratta di un’opportunità straordinaria per confrontarsi con altre realtà, conoscere nuove culture e visitare paesi stranieri. Attraverso queste esperienze, i giovani vengono sensibilizzati al volontariato coltivando valori universali come la solidarietà e, nel contempo, hanno una importante opportunità di sviluppare capacità di leadership.

Generalmente nelle prime due settimane, i ragazzi figli di Lions e non, sono ospitati da famiglie di soci Lions dei club locali, per poi essere riuniti in un’unica location regionale dove danno vita a un “Lions Camp”, e da questa base si spostano giornalmente in tutta la Puglia, accompagnati da soci Lions esperti, all’uopo deputati. A questa tappa presente il responsabile nazionale Domingo Pace e i responsabili regionali, Imma Montanaro e Gina Fortunato. Il gruppo che è stato accolto e guidato anche dai referenti dei Lions Club del posto, Antonio Soranno e Lino Campagna, alterna momenti d’intrattenimento ad altri di conoscenza del patrimonio storico-architettonico e delle tradizioni locali.