Militari aggrediti e minacciati, doppio arresto a Trinitapoli. Beccato noto rapinatore di Margherita di Savoia

A Trinitapoli, e precisamente in Contrada Parente, i militari della locale Stazione carabinieri hanno arrestato per rapina impropria un 50enne di Margherita di Savoia, già con precedenti per reati contro il patrimonio, dopo che lo stesso si era reso responsabile del furto di alcune decine di meloni, il tutto ai danni di un agricoltore di tale località. Dopo la segnalazione al “112”, i carabinieri, prontamente intervenuti sul posto, ingaggiavano un prolungato inseguimento sulla SP 544 di Trinitapoli, terminato con l’arresto del 50enne, che opponeva comunque una violenta resistenza nei confronti dei militari per evitare di essere fermato. Recuperata infine la refurtiva e restituita all’avente diritto. Su disposizione del pm di turno, il 50enne è stato così condotto presso la Casa Circondariale di Foggia. Nei prossimi giorni sarà quindi sottoposto ad udienza di convalida davanti al Tribunale di Foggia con l’imputazione di rapina impropria. 

Sempre a Trinitapoli, in viale Kennedy, i militari hanno arrestato un 26enne del posto, già noto per reati vari. Durante un controllo preventivo eseguito a suo carico dai carabinieri e, conseguentemente sanzionato per violazioni al Codice della strada, il giovane ha minacciato e aggredito deliberatamente i militari, al fine così di opporsi all’attività di controllo degli stessi. Dopo essere stato immobilizzato ed arrestato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, su disposizione del pm di turno, il giovane è stato temporaneamente ristretto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione di residenza. Domani in mattinata, davanti al Tribunale di Foggia, si svolgerà la relativa udienza di convalida per “direttissima”.