La rabbia non si placa, tifosi indignati a Foggia: “Galano come Schettino. Iemmello a quando la conferenza?”

Arriverà oggi la bocciatura ufficiale dal Covisoc della domanda per l’iscrizione in Serie C. Intanto si lavora al futuro, tutto è nelle mani del sindaco Landella

La rabbia non si placa e i tifosi del Foggia, sempre più indignati, esprimono i loro pensieri su striscioni che da giorni campeggiano in città. Questa volta è toccato al foggiano Cristian Galano e a Pietro Iemmello. Al primo che, proprio nelle scorse ore ha firmato un triennale a Pescara, gli ultras hanno scritto: “Galano: Schettino” e “Galano zingaro, Pescara è la tua città”.

A Iemmello, invece, hanno chiesto ironicamente: “A quando la conferenza?”, riferendosi ad una dichiarazione che lo stesso attaccante fece nel corso della stagione dicendo che avrebbe parlato e spiegato tutto a fine stagione. Infine un messaggio: “Noi ultras combattenti, voi famiglia di pezzenti”.

In giornata, intanto, arriverà la bocciatura ufficiale del Covisoc alla domanda di iscrizione in Serie C a causa dei mancati pagamenti degli stipendi a calciatori e dirigenti. Nelle prossime ore potrebbe prendere forma il Foggia che verrà. Tutto è nelle mani del sindaco Franco Landella che, dopo un segretissimo incontro a Roma, deciderà a chi affidare il futuro del club, sperando nel reale interesse di qualcuno pronto a investire. Foggia e i suoi tifosi hanno fretta di ripartire, ma questa volta non vogliono illusioni.