Giornata mondiale del rifugiato, a Bovino l’omaggio al giornalista Leogrande. Visita al centro Padula ed animazione

In occasione della Giornata Mondiale Del Rifugiato 2019, il Comune di Bovino, in qualità di Ente Titolare del Progetto SPRAR, anche quest’anno intende dare attenzione alle tematiche dell’accoglienza coinvolgendo la comunità territoriale, con attenzione particolare alle famiglie con i loro bambini.  Giovedì 20 giugno 2019, presso il Centro Collettivo in località Padula, alle 10, avrà inizio la manifestazione con l’intitolazione del progetto allo scrittore e giornalista Alessandro Leogrande; nell’occasione sarà possibile visitare il centro.

A poco più di un anno dalla scomparsa del giornalista e scrittore tarantino, il Comune di Bovino vuole fargli omaggio. Vicedirettore dello Straniero, la rivista diretta da Goffredo Fofi, ha iniziato la sua attività giornalistica a Primavera Radio-Radio Popolare Salento. Ha scritto per il Corriere del Mezzogiorno e collaborato con Rai Radio 3. Ma le sue collaborazioni sono state innumerevoli, dal’Internazionale a Pagina99, al Riformista, alla rivista Minima&Moralia, con una produzione continua e intensa di scritti e lavori giornalistici che hanno oltrepassato i confini nazionali. Ha sempre lavorato “in difesa degli ultimi e dei ferocemente sfruttati nei più diversi contesti, per abbattere le frontiere, raccontare i naufragi, denunciare il caporalato, l’ignoranza e le ingiustizie.  Andare oltre i confini per testimoniare le storie degli ultimi era la forza del suo lavoro, oggi diventa l’eredità per la nuova generazione che vuole raccogliere questa sfida. La giornata continuerà nel pomeriggio alle ore 17.30 presso la Villa Comunale, con l’animazione interculturale, la partecipazione degli ospiti del progetto e la collaborazione di Ludobus -le Formiche coraggiose- e con Steve Emejuru, mediatore culturale, insegnante di danza africana e nigeriana che tiene anche corsi di studio sulla cultura orale africana in qualità di mediatore culturale nelle scuole.