Foggia, testa e cuore in campo per Grassadonia: “Invito tutti ad essere in massa allo stadio”. Solo mille biglietti venduti

Le dichiarazioni del tecnico rossonero alla vigilia del match contro lo Spezia dell’ex Marino. Terzultimo posto e 27 punti recitano un’amara verità: retrocessione in C. 7 gare e 21 punti a disposizioni per la disperata salvezza

Ancora 7 gare e 21 punti per la disperata salvezza del Foggia. Tutto è ancora possibile, nonostante il terzultimo posto in classifica che ad oggi significherebbe solo una cosa: retrocessione in Serie C. I rossoneri, reduci dalla buona prestazione al Rigamonti, usciti però sconfitti per 2 a 1, domani tornano in campo allo Zaccheria dove affronteranno lo Spezia di Pasquale Marino, squadra in piena zona play off.

“Non sono pienamente soddisfatto della gara a Brescia, possiamo fare di più, bisogna crescere sui particolari e correggere gli errori che ci sono, tempo ce n’è sempre meno – ha detto questa mattina il tecnico Gianluca Grassadonia -. Abbiamo analizzato le cose negative, l’atteggiamento è stato quello giusto, siamo stati sempre in partita. Ora mancano sette gare, quella di domani contro lo Spezia è decisiva sulla carta, è fondamentale tornare alla vittoria”.

Cuore, testa, nervi saldi e grande fiducia, queste le componenti indispensabile negli undici di Grassadonia. “Partiremo con il solito modulo (3-5-2, ndr). Ad oggi sappiamo che siamo tra le squadre retrocesse, la testa in queste circostanze conta tanto. Domani è la partita, non una partita – ha ribadito il trainer rossonero -. Mi aspetto una prestazione perfetta, la squadra ha lavorato bene in settimana, più intensamente ed in serenità. Tutto l’ambiente ci è vicino, invito tutti ad essere presenti in massa allo Zaccheria – ha commentato in merito all’iniziativa lanciata dalla società -. Non ci sono alternative, serve fare punti. La realtà è questa non dobbiamo scappare, tocca a noi. Ci vuole cuore, testa e nervi saldi, grande fiducia – questo ha chiesto il mister alla vigilia del match alla squadra” -.

L’avversario: lo Spezia. “Squadra con canoni ben precisi, completa, in salute, micidiale sulle transizioni, ha conoscenze e qualità e soprattutto molta organizzazione – ha spiegato Grassadonia -. Ci sarà un gran dispendio di energie, loro trovano spesso superiorità numerica sugli esterni e sono agevolati perché sono sereni, noi invece abbiamo un fardello addosso, sappiamo che dobbiamo solo vincere. Ci aspettano 100 minuti da affrontare nel modo giusto”. E sui convocati ha aggiunto. “Martinelli e Busellato sono tornati a nostra disposizione, Greco invece è squalificato. Potrebbe esserci qualcun altro indisponibile, valuterò nelle prossime ore con lo staff medico le condizioni di qualche giocatore”. Intanto, il dato aggiornato alle 13, è di 1000 tagliandi venduti.