Raffica di arresti a Cerignola. 7 in manette per furto d’energia, targhe rubate ed evasione

Le operazioni svolte dai carabinieri nel corso dei servizi di controllo del territorio svolti in città

I carabinieri della Compagnia di Cerignola, nel corso dei servizi di controllo del territorio svolti in città, hanno arrestato in flagranza di reato sette persone. Per evasione sono finiti in manette Geremia Pedico, 31enne di Cerignola, Rudi Valentino Tucci, 38enne di Orta Nova e Gerardo Luigi Diliso, 20enne di Cerignola. I tre sono stati sorpresi fuori dalle rispettive abitazioni, dove erano sottoposti agli arresti domiciliari. Dopo le formalità di rito, sono stati nuovamente sottoposti ai domiciliari.

Per violazione degli obblighi derivanti dalla Sorveglianza Speciale è stato arrestato Antonio Braschi, 41enne di Cerignola. L’uomo si era allontanato dalla propria abitazione senza autorizzazione. Dopo l’arresto è stato condotto nel carcere di Foggia.

Nel corso dei controlli i militari hanno poi sorpreso, in via Manfredonia, un ghanese di 36 anni al volante di una Audi A4 SW su cui erano montate delle targhe bulgare oggetto di furto. Il 36enne è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e ristretto presso la casa circondariale di Foggia.

Sempre a Cerignola, due persone, un 29enne ed una 50enne, entrambe del posto, sono state arrestate per furto di energia elettrica. Nelle rispettive abitazioni avevano predisposto un pericoloso allaccio abusivo al cavo elettrico della rete ENEL, mediante il quale si erano procurati indebitamente energia elettrica per un valore complessivo rispettivamente di circa 6.200 euro e 7.000 euro.



In questo articolo: