Il Foggia ci prova fino all’ultimo: 2-2 contro il Verona. Iemmello sbaglia un calcio di rigore

Ultima gara del girone di andata. Esordio allo Zaccheria per mister Padalino. I rossoneri salutano con un pareggio il 2018

Il Foggia saluta il 2018 con un pareggio,  2 a 2 il risultato finale contro il Verona. In gol Mazzeo e Gerbo per i padroni di casa, mentre Iemmello fallisce un calcio di rigore. Pazzini e Lee a segno per gli ospiti. I rossoneri chiudono il girone di andata a 13 punti in classifica.

La cronaca 

Esordio allo Zaccheria per mister Padalino che manda in campo Noppert tra i pali; Martinelli, Tonucci, Ranieri in difesa; Zambelli, Gerbo, Agnelli, Kragl in mezzo al campo; Galano, Mazzeo, Iemmello in attacco. I padroni di casa vanno subito vicino al gol con Kragl che spara troppo alto. Intanto silenzio dagli spalti nei primi minuti di gioco, i tifosi attendono una reazione da parte di Agnelli e compagni dopo la pesante sconfitta a Perugia (3-0). Tra i veneti Gustafson inventa per Pazzini che di testa insacca in rete. Il gol viene però annullato per posizione di fuorigioco. Al 15′ si sblocca il match: Henderson appoggia per Lee che col sinistro ci prova, Noppert ci arriva, ma sul tap-in ha la meglio Pazzini che la mette nell’angolino: 0 a 1. Il Foggia tenta subito la reazione e i tifosi riprendono a sostenerli dagli spalti. Alla mezz’ora arriva il pareggio: Zambelli spinge dalla destra, Caracciolo cerca di infastidirlo ma l’esterno riesce a crossare al centro dove pesca Mazzeo che a botta sicura trafigge la porta di Silvestri! 1 a 1 e lo Zac esplode di gioia, tutta la panchina del Foggia scatta in piedi. Poco dopo Kragl mette i brividi su punizione: il tedesco conclude a pochi centimetri dallo specchio della porta. Ammonito poco più tardi Pazzini per proteste. Il Verona riconquista il possesso della sfera e al 39′ va vicina al gol con un diagonale potente ma impreciso di Henderson. Nel finale Galano si fa scivolare un pallone d’oro a pochi passi dalla porta. Che occasione per i satanelli! Ripartono i veneti con Balkovec che crossa per Lee, il numero 16 sorprende Noppert e segna mandando la sua squadra negli spogliatoi sul 1 a 2. Ammoniti Kragl e Lee per un battibecco nel finale di frazione. 

Ad inizio ripresa giallo per Agnelli che commette fallo su Gustafson. Iemmello prova la conclusione con un tiro centrale, Silvestri spazza in scivolata. Nei gialloblù entra l’ex Empereur, fuori Balkovec. Caos e tensione in campo dopo un gol di testa annullato di Iemmello (su assist di Zambelli). Brutto fallo in area di Caracciolo su Tonucci poco dopo, è rigore per il Foggia. Sul punto di battuta c’è Iemmello che sbaglia clamorosamente la conclusione. Finisce la partita di Mazzeo, entra Chiaretti. Anche Grosso cambia: Colombato per Zaccagni. Cresce la tensione in campo. Al 73′ il Foggia pareggia i conti: grande giocata di Kragl, il tedesco serve Gerbo che di prima intenzione calcia dalla distanza e trova l’angolino, 2 a 2, che gol! Nel finale espulso l’allenatore Grosso. Tra gli ospiti esce Henderson, entra Marrone. Galano intanto illude e spreca una ghiotta occasione a tu per tu con Silvestri. Foggia scatenato alla ricerca della rete del vantaggio nei sei lunghi minuti di recupero. Esce Zambelli entra Loiacono. Nel finale ci provano Gerbo e Kragl ma nulla da fare. Finisce 2 a 2.